FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

Inter, una frase di Lukaku è l’autocertificazione di una convinzione

Getty Images

Il Corriere dello Sport racconta il fantastico derby di Romelu Lukaku: prima assistman, poi goleador con una cavalcata straordinaria

Marco Astori

Dentro al derby di Milano c'era un'altra partita in sospeso da godersi: il duello tra Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic dopo il fattaccio della Coppa Italia. Ebbene, questa battaglia è stata stravinta dal centravanti belga, che continua il suo trend positivo con i rossoneri: "«I am the best. Tu passamela, te l’ho detto c...» tradotta in milanese - scrive il Corriere dello Sport -, con i puntini o un opportuno “beep” sull’ultima parola, l’esclamazione di Romelu Lukaku dopo il gol, il tre a zero, il colpo di grazia al Milan nel derby e forse in campionato, suona: «Ghe pensi mi». Faccio io.

Romelu spedisce in gol Lautaro, con un cross da numero 10, manda avanti l’Inter e prima ancora di andare a prendersi i ringraziamenti del compagno, corre verso la panchina, a festeggiare con Antonio Conte, a mettere nel cerchio magico anche le truppe nelle retrovie, perché prevalga il sentimento del gruppo sopra alle prodezze personali. Poi, dopo il suo gol, che chiude la partita e forse il campionato - perché Antonio Conte, quando prende la testa di rincorsa, difficilmente la molla - allora si concede una deriva narcisistica, perché è l’autocertificazione di una convinzione: se mi date il pallone nello spazio, non ce n’è per nessuno. Ma è solo un attimo, anche in questo caso, arriva subito l’abbraccio, arriva tutto il popolo di cui è leader ma anche soldato semplice".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso