primo piano

Inter, il possibile cambio di proprietà rallenta l’iter per lo stadio. “Il Comune pensa che…”

Le ultime sul nuovo stadio di Milano

Marco Astori

"Il possibile cambio di proprietà dell’Inter contribuisce a rallentare ulteriormente l’iter per la costruzione del nuovo stadio di Milano". Apre così il focus di Tuttosport in merito al futuro del nuovo stadio di Inter e Milan. Era uno degli obiettivi futuri di Suning, ma l'eventuale approdo di BC Partners in nerazzurro potrebbe cambiare le cose: "Il Comune, che già era in attesa di ulteriore documentazione sulla composizione proprietaria di Inter e Milan, ora aspetta di capire se il club nerazzurro passerà di mano nelle prossime settimane. Se la prima questione stava a cuore soprattutto ad alcuni consiglieri comunali, il secondo tema interessa anche il sindaco Beppe Sala.

D’altronde è la stessa attività dell’Inter a risultare congelata in molti settori in attesa della fine della due diligence e dell'offerta di BC Partners. Lo è, ad esempio, la campagna di lancio del nuovo logo. A maggior ragione non è possibile prendere decisioni definitive in un ambito fondamentale come quello di un nuovo impianto prima che il fondo londinese chiarisca le sue intenzioni di acquisto. A Palazzo Marino la transizione nerazzurra viene considerata un’ulteriore motivazione per temporeggiare. La proprietà del Milan assiste a questa ulteriore frenata con crescente impazienza", si legge.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso