Gds – Inter-Milan costellata da scelte infelici sul fronte arbitrale. La cantonata è al 56′

La moviola della gazzetta dello Sport su Inter-Milan

di Gianni Pampinella

Il giorno dopo Inter-Milan, la Gazzetta dello Sport analizza gli episodi arbitrali del derby. Tanti gli errori dell’arbitro Mariani, uno in particolare ha condizionato la partita, il mancato rosso a Kessie.

Partiamo dall’episodio spartiacque: siamo al 73’ quando dopo un contatto con Donnarumma, Lukaku va giù in area. Mariani è convinto e indica il dischetto, ma ad essere decisivo è l’intervento del Var Irrati che annulla tutto per fuorigioco del belga al momento del passaggio di Eriksen. Il rimpallo su Kjaer, che intercorre tra questi due momenti, infatti è giudicato come fortuito e non come una deviazione volontaria che rimetterebbe in gioco il nerazzurro. Corretto annullare”.

Getty Images

“Così come è corretto il rigore, piuttosto solare, assegnato dall’arbitro in avvio quando Kolarov, tradito dalla finta di Ibrahimovic, lo colpisce. Ma la storia di questo derby sul fronte arbitrale è costellata di scelte infelici”.

“La trattenuta di Kjaer a Lautaro davanti all’area al 36’ poteva essere fischiata, così come doveva essere sanzionato il fallo di Theo su Lukaku al 37’ su cui Mariani lascia correre. Ma, al netto di un nervosismo generale e qualche insicurezza, la cantonata è al 56’ quando si perde un fallo netto di Kessie a Hakimi che gli sarebbe potuto costare il secondo giallo e l’espulsione”.

(Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy