Gds – Perché non Eriksen per Barella? Conte non gli ha perdonato una cosa

Christian Eriksen è rimasto in panchina per tutti e 90 i minuti di Real Madrid-Inter. Il danese sembra sempre più lontano da Appiano

di Redazione1908

Christian Eriksen è rimasto in panchina per tutti e 90 i minuti di Real Madrid-Inter. Il danese sembra sempre più lontano da Appiano e una cessione a gennaio, a questo punto, non sorprenderebbe più nessuno.

Ieri, al posto di Barella sfinito, è entrato Gagliardini. La Gazzetta si chiede il perché di questo cambio.

Ma Conte chi avrebbe potuto lanciare per Barella, allora? Un altro capace di fare gioco: Eriksen. E qui viene fuori il problema del danese, che a Conte non piace, o perché è lento in campo, o perché non si è ancora integrato nel suo gioco. Certo che vedere un finalista di Champions, col Tottenham di Pochettino appena un anno e mezzo fa e nel 2018 aveva siglato 2 reti ai nerazzurri, intristirsi così in panchina è quasi inspiegabile.

Getty Images

Però…Però Conte sta provando anche a dare a Eriksen le sue chance. Sabato scorso contro il Parma, con l’Inter sullo 0-1, il tecnico leccese si è infuriato perché il danese è andato a passo lento a battere un angolo. E poco dopo l’ha sostituito. L’ex Spurs appare ormai con le valigie in mano per gennaio, si dice che il Psg sia pronto ad accoglierlo. E probabilmente Conte non gli avrà perdonato quella frase, “Sono felice di tornare in patria ogni volta, perché qui mi fanno giocare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy