Spal-Inter Primavera, le pagelle: Stankovic limita il passivo, Satriano un fantasma

Le pagelle di Fcinter1908 su Spal-Inter Primavera

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Filip Stankovic, Inter Primavera

Nella seconda giornata del campionato Primavera una deludente Inter perde 2-1 sul campo della Spal. Queste le pagelle di Fcinter1908:

Stankovic 7,5 Se l’Inter subisce solamente 2 gol il merito è suo: almeno quattro super interventi, tiene in piedi la baracca finchè può. Incolpevole sulle reti della Spal.
Moretti 5,5 Tra i meno peggio, ma comunque insufficiente: prova a resistere come può agli attacchi avversari.
Kinkoue 5,5 Centrale della linea difensiva, conferma i limiti in fase di impostazione e non guida i compagni di reparto come dovrebbe fare.
Sottini 5 Schierato sul centro-sinistra della difesa, soffre le incursioni di Seck. Poco aiutato da Dimarco, ci mette anche del suo. (dal 46′ Hoti 5,5 Ancora impacciato, ha bisogno di tempo per crescere)
Vezzoni 5 Esterno a tutta fascia sulla destra nel primo tempo, terzino sinistro nella ripresa, ma il risultato non cambia: mai un’iniziativa in avanti e poca attitudine difensiva.
Mirarchi 5 Travolto dal dinamismo del centrocampo della Spal. (dal 59′ Iliev 5,5 Esordio con la maglia dell’Inter, non incide)
Squizzato 5,5 Fatica a mettere ordine in mezzo al campo, prova a non affondare sfruttando fisico, senso della posizione e una buona dose di malizia.
Carboni 5,5 Esordio con la Primavera nerazzurra per l’ex Catania: coinvolto nella mediocrità generale, mostra comunque qualche spunto interessante. Rimandato. (dal 59′ Akhalaia 6 Qualche buona iniziativa)
Dimarco 5 Non trova mai la posizione giusta, finendo per non aiutare Sottini in fase difensiva e risultando nullo in avanti. (dal 46′ Casadei 7 Ancora una volta è lui a provare a suonare la carica: pericolosissimo nei suoi inserimenti offensivi, sempre al posto giusto nel momento giusto. Accorcia le distanze e sfiora il gol del 2-2: bisogna ripartire da elementi come lui)
Oristanio 5,5 Tecnicamente non si discute, ma troppo spesso abbassa la testa e gioca da solo: può e deve fare la differenza, ma serve altro. (dal 73′ Bonfanti 6,5 Entra e fa a sportellate con i difensori avversari, propizia il gol di Casadei)
Satriano 5 Un fantasma: fisicamente fuori forma, costantemente anticipato dagli avversari. Si nota solo per un calcio di punizione debole e lontanissimo dai pali.
Madonna 5 Torna alla difesa a 3, ma si rivelerà un errore: squadra sottotono e giocatori che sembrano avere le idee confuse. Nella ripresa non riesce a invertire le sorti dell’incontro: c’è tanto lavoro da fare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy