Vecino da sliding doors: aveva chiuso la valigia, oggi per l’Inter è indispensabile: che numeri

Vecino da sliding doors: aveva chiuso la valigia, oggi per l’Inter è indispensabile: che numeri

La sliding doors di Vecino, l’insostituibile di Conte

di Marco Macca, @macca_marco

Aveva già chiuso le valigie, aspettando che l’Everton compiesse l’ultimo sforzo per trovare l’accordo con l’Inter e portarlo in Inghilterra per iniziare una nuova avventura. Alla fine, però, Matias Vecino, nonostante qualche divergenza con Antonio Conte, è rimasto all’Inter. E, guardando i numeri dell’ultimo periodo, verrebbe da dire per fortuna.

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, infatti, il centrocampista nerazzurro, in attesa dell’inserimento a tempo pieno di Eriksen, si è mostrato fra i giocatori più in forma della squadra di Conte. E a testimoniarlo ci sono anche i numeri. Riporta gazzetta.it:

SLIDING DOORS – “A gennaio Matias Vecino aveva la valigia pronta, destinazione Premier League. L’uruguaiano, non è un mistero, è stato vicinissimo all’Everton di Carletto Ancelotti, un tecnico che lo stima. Con Antonio Conte invece il feeling stentava a decollare. Tu chiamale se vuoi, sliding doors. E Vecino è rimasto in nerazzurro. Per svoltare… Sì, perché oggi l’uruguaiano è diventato l’insostituibile (o quasi) di Conte. Nei 5 di centrocampo, lui ha giocato da titolare 4 delle ultime 5 partite andando pure in gol nel derby. E (molto) probabilmente sarebbe sceso in campo dal 1′ anche nella sfida di San Siro contro la Samp se la partita non fosse stata rimandata per l’allarme Coronavirus. Nel 3-5-2 del tecnico Vecino offre maggiori garanzie rispetto ad altri, anche di Eriksen, la cui posizione in campo, fino a questo momento, non è ancora stata istituzionalizzata. Insomma, Conte non può fare a meno di uno con le sue qualità. Una su tutte: quella di farsi trovare sempre al posto giusto, nel momento giusto. I suoi 3 gol e 2 assist lo certificano”.

NUMERI – “Ecco infine gli altri suoi numeri: Vecino vanta il 63,3% dei contrasti vinti, il 78,8% di passaggi riusciti e anche il 52% di quelli lunghi andati a buon fine. Da inizio stagione ha giocato 22 partite di cui 17 da titolare. La sua media voto Gazzetta è 6.03 in crescita rispetto a quella finale della passata stagione (5.77)”.

(Fonte: gazzetta.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy