Bergomi: “Eriksen non adatto per Conte, Vidal era perfetto. Mercato? Tonali, Boga e… un ex Milan”

Bergomi: “Eriksen non adatto per Conte, Vidal era perfetto. Mercato? Tonali, Boga e… un ex Milan”

L’ex calciatore dell’Inter parla a La Gazzetta dello Sport del mercato dei nerazzurri ed esprime il suo pensiero

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Beppe Bergomi analizza il mercato dell’Inter e le possibili scelte di Marotta e Ausilio per rinforzare la rosa la prossima estate. L’ex nerazzurro ha rilasciato un’intervista ai microfoni de’ La Gazzetta dello Sport: “Tolisso e Giroud? Essere campioni del Mondo è una garanzia di grande esperienza internazionale e di qualità, ma è anche una grossa responsabilità. E non è detto che l’arrivo di uno o due giocatori del genere si traduca immediatamente con “ora si può vincere”. Anche perché ci sono campioni del mondo e… campioni del mondo. Ognuno ha la sua storia, le sue caratteristiche, le sue qualità. È fondamentale che poi tutti questi elementi si sposino perfettamente nel progetto tecnico-tattico del mister e della società. Intanto hanno vinto il mondiale in modo diverso: Giroud è stato sicuramente più decisivo di Tolisso nel cammino della Francia in Russia. Se poi devo analizzare i loro profili, beh, secondo me non è detto che sarebbero di sicuro dei titolari nell’Inter. Sicuramente renderebbero la rosa più competitiva nel suo insieme, ma non sarebbero pedine fondamentali. Giroud è un perfetto vice Lukaku, ma accanto a Romelu c’è bisogno di Lautaro. I due insieme formano una coppia perfetta, si completano. Stesso discorso per Tolisso: vale più di Barella o Brozovic? Per me no. E non dimentichiamoci che anche Eriksen, che è un giocatore di enorme qualità, in questa Inter oggi fa la riserva. Non è facile inserirsi in un contesto nuovo nemmeno per chi ha un curriculum top“.

ERIKSEN E VIDAL – “Ha portato qualità che prima non c’erano: penso al tiro da fuori, ai calci di punizione e all’assist. Ma non ama andare a contatto con l’avversario, i duelli corpo a corpo. E non ha quella ferocia e quel ritmo che invece Conte chiede alle sue squadre. Ecco, il profilo perfetto era Vidal: tuttocampista da corsa, pressione, muscoli e gol. Lui avrebbe da subito cambiato l’Inter perché ha tutte le qualità che richiede un allenatore come Antonio”.

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI – “Personalmente dico che Tonali e Locatelli sono profili su cui investirei senza pensarci troppo: giovani, di grandissima prospettiva ed entusiasmo. Sono i due che mi hanno impressionato più di tutti quest’anno. Poi a me piace tantissimo Boga: salta l’uomo come pochi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy