Capello: “Scudetto, è corsa a tre. Inter? Da quando Conte è tornato al vecchio sistema…”

Le dichiarazioni dell’ex allenatore a Rai Gr Parlamento

di Redazione1908

Per lo scudetto è probabilmente una corsa a tre: Milan, Inter e Juventus hanno trovato la loro quadratura”. Lo ha dichiarato Fabio Capello, intervenuto a “La politica nel pallone” su Rai Gr Parlamento. “Il gol di Leao contro il Sassuolo è stato spettacolare: un conto è farlo in allenamento e un altro in partita. La sfortuna di giocare senza pubblico ha fatto crescere il Milan: San Siro mette in difficolta’ chi non ha personalità. Ora i tifosi però si divertirebbero con questo Milan perché gioca con la spensieratezza dell’Ajax: la squadra si diverte e fa risultati”.

Passo indietro dell’Inter di Conte? “L’Inter invece è tornata a giocare come l’anno scorso. All’inizio di questa stagione subiva molti gol, mentre da quando Conte è tornato al vecchio sistema non segna tanto, ma subisce di meno”.

Getty Images

Il caso Papu Gomez: “Una società come quella bergamasca non poteva che essere dalla parte dell’allenatore. Tutti i giocatori sono importanti, ma non così importanti da rompere l’equilibrio. Gomez non si è comportato da capitano e Gasperini ha dovuto prendere delle decisioni. La bravura del giocatore non è più sufficiente quando succedono queste cose”.

Juve: “La Juventus ha ritrovato se stessa, Pirlo ha fatto degli esperimenti e ormai tutti hanno capito cosa vuole l’allenatore. La qualità dei bianconeri è molto alta. Dybala? Credo possa ritrovare spazio, ma deve correre di più ed essere più partecipe all’azione. Le sue qualità non si discutono. Ha avuto diversi infortuni ed è stato colpito in maniera pesante dal Covid: questo virus è forte e prima di recuperare ci vuole tempo”.

(Italpress)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy