Repubblica sui diritti tv e il timore dei club di serie A: “Volate parole forti. E c’è un fronte che…”

Il punto di Fulvio Bianchi sui pagamenti dei diritti televisivi

di Redazione1908

I presidenti di serie A hanno una data nel mirino. Si tratta del 1. maggio, giorno in cui le tv dovrebbero pagare l’ultimo bimestre di questa stagione (220 milioni). I club si sono portati avanti e stanno studiando azioni legali proprio nei confronti delle tv nel caso queste non dovessero pagare. Scrive Repubblica: “Senza quei soldi molti club sarebbero in serie difficoltà con le banche. La cifra più consistente (130 milioni più Iva) spetta a Sky, il resto alle altre emittenti (Dazn e Img per i diritti esteri). Ma pagheranno? Sinora le tv hanno rispettato il contratto ma adesso in Lega sono fortemente preoccupati, e temono che le tv non tirino fuori un centesimo visto che il campionato è stato fermo dal 9 marzo (ultima partita giocata, Sassuolo-Brescia). Già in una delle ultime assemblee c’erano stati toni durissimi nei confronti di Sky che aveva chiesto uno sconto per la prossima stagione (cifra che oscilla fra i 100 e i 190 milioni di euro circa, a seconda di quando, e se, ricomincerà il campionato). “Che rispettassero il contratto e basta” sostenevano i presidenti, parole forti soprattutto da Lotito e De Laurentiis, qualcuno aveva parlato addirittura di “ricatto”.”

Partite in chiaro, altro fronte caldo: “Sul fronte tv si potrebbe aprire un altro fronte caldo: in Inghilterra, il Premier Boris Johnson ha detto che quando riprende la Premier League (forse dall’8 giugno) lui si augura di vedere tutte le 96 partite in diretta e in chiaro (i diritti per il pay sono di Sky Sports e Bt). E questo per evitare che i tifosi si ammassino nei pub. Stessa posizione de ministro Spadafora, che aveva già avuto un durissimo scontro con la Lega e con Sky. Anche lui vuole le partite in chiaro, sulla Rai: i bar saranno riaperti per i primi di giugno, come garantire il distanziamento sociale? Ma la Lega aveva già risposto a Spadafora, “che il governo faccia un decreto”. Decreto che non è mai stato fatto. Ma come la prenderebbe Sky di una decisione del genere che andrebbe contro il contratto?”

(Repubblica)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy