Ferri: “Conte ha messo le fondamenta lo scorso anno all’Inter, ora deve chiudere il cantiere”

Intervenuto a Tutti Convocati, l’ex difensore dell’Inter Riccardo Ferri ha parlato del derby di ieri sera a San Siro vinto per 2-1 dal Milan

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Intervenuto a Tutti Convocati, l’ex difensore dell’Inter Riccardo Ferri ha parlato del derby di ieri sera a San Siro vinto per 2-1 dal Milan:

“Buona partita, l’ho vista in diretta in un ambiente surreale. 79mila seggioline libere faceva effetto, sembrava una partita d’allenamento. L’Inter è andata a sprazzi, crea molto, ma ieri si vedeva che quando il Milan strappava con Calhanoglu e gli esterni metteva in difficoltà la difesa nerazzurra. Ora l’Inter crea molto di più, deve lavorare sulle marcature preventive. Le reti subite contano tanto nell’economia del campionato. Kolarov? Sono situazioni dettate dal momento. Non voglio essere banale, è importante anche il supporto davanti. L’Inter ha una trazione anteriore maggiore, ma è meno efficace nel contenere le ripartenze. La linea difensiva così va in difficoltà. C’è un cambio di tendenza, tutti partono da dietro coinvolgendo il portiere, si predilige l’attacco. La linea difensiva però deve essere molto attenta a chiudere gli spazi. Juve e Inter sono due società ambiziose. Conte ha iniziato le fondamenta, ora deve finire il cantiere. Pressione sia su Pirlo che su Conte, ma sanno gestirla”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy