GdS – Inter, infermeria di nuovo piena ma c’è una cosa che non può che far felice Antonio Conte

GdS – Inter, infermeria di nuovo piena ma c’è una cosa che non può che far felice Antonio Conte

Lo scenario, a tre giorni da Inter-Cagliari, è decisamente diverso

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Via i nervi e lo stress, almeno per una notte. Antonio Conte domenica dopo il Cagliari e il finale coi botti davanti al muso dell’arbitro Manganiello era andato via da San Siro senza parlare perché il cuore batteva a mille. Tre giorni dopo, con un Eriksen in più nella corsa scudetto, lo scenario è diverso. Niente calmanti, nel cassetto c’è una semifinale di Coppa Italia che all’Inter mancava dal 2015-2016. Ecco perché stavolta l’allenatore è più tranquillo”. Apre così l’articolo de La Gazzetta dello Sport in merito alla reazione di Conte dopo la vittoria dell’Inter contro la Fiorentina. Un successo importante per come è maturato al termine di una partita che ha dato spunti positivi al tecnico che, per necessità virtù, ha optato per “il futuribile 3-4-1-2, anche se Sanchez non ha dato la risposta che serviva“.

INFORTUNI – Ciò che sembra preoccupare nuovamente, però, è l’infermeria: de Vrij, Skriniar e D’Ambrosio erano out causa febbre, Sensi e Borja Valero hanno avuto un risentimento muscolare mentre Gagliardini un trauma al piede destro con Brozovic ancora out per la distorsione alla caviglia di Lecce. “Insomma, con l’infermeria bella piena aver allungato la rosa non può che far felice il tecnico”, spiega la Gazzetta che evidenzia come Conte abbia gettato subito nella mischia sia Eriksen che Moses oltre a Young, alla seconda da titolare.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy