Inter-Nazionali, i timori di Marotta si sono trasformati in realtà. TS: “13 infortuni in 2 anni”

Il punto di Tuttosport sul rapporto complicato tra Inter e Nazionali

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Antonio Conte e Christian Eriksen non avranno un gran feeling, ma mai come quello – inesistente, verrebbe da dire – fra l’Inter e le nazionali”. Apre così l’articolo di Tuttosport in merito alle ultime news che l’Inter ha ricevuto dalle Nazionali, vista la positività di Brozovic e il test dubbio di Gagliardini. “I timori di nuovi problemi che l’ad Beppe Marotta aveva più volte sollevato nelle scorse settimane, si sono trasformati in amara realtà. […] Ma sono anni che per l’Inter non gira bene e, solo restringendo il campo alle ultime tre annate, si può notare come siano stati diversi i problemi che hanno coinvolto tesserati nerazzurri”, commenta Tuttosport che poi evidenzia come, dal 2018 ad oggi, siano stati 13 i casi di infortuni nerazzurri in Nazionale. Il primo fu Asamoah nel settembre 2018 con Vrsaljko che ebbe due ricadute ravvicinate. Nel 2019, invece, toccò a Vecino, D’Ambrosio e Sanchez mentre nel 2020, tra Covid e infortuni, hanno subito degli stop De Vrij, Perisic, Bastoni, Skriniar, Sanchez, Brozovic e Hakimi.

Brozovic, a differenza di Skriniar, trascorrerà la quarantena a Milano ma sicuramente non sarà a disposizione per la sfida con il Torino di domenica 22 ma, secondo Tuttosport, potrebbe farcela per Inter-Real del 25 se il tampone, da fare lunedì o martedì, darà esito negativo. L’Inter però può tirare un sospiro di sollievo visto che è rientrato l’allarme Hakimi: i controlli effettuati ieri hanno evidenziato una forte contusione ma niente di grave, a tal punto che potrebbe giocare anche la seconda partita con il Marocco, in programma martedì 17. “All’Inter, inutile sottolinearlo, sperano che Hakimi venga risparmiato”, il commento del giornale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy