Toccasana Europa League per l’Inter. Conte trova una triplice vittoria

Toccasana Europa League per l’Inter. Conte trova una triplice vittoria

Il tecnico dell’Inter esulta per il ritorno soft, per Eriksen e anche per un nuovo modulo da utilizzare in questa seconda parte della stagione

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Tanti cambi nella formazione, spazio a chi aveva giocato meno, ma l’Inter ipoteca in Bulgaria la qualificazione agli ottavi. E per Conte è una tripla vittoria:

“Se va così, può anche non essere una scocciatura. Se si può gestire cambiando sette uomini, corricchiando senza forzare per un’ora e provando anche nuove soluzioni, l’Europa League può diventare un esercizio utile. Poi più avanti magari sarà anche un obiettivo. Anche se Antonio Conte e tutta l’Inter, è palese, sperano sempre di poter avere altre cose, di tre colori, come missione principale. A Razgrad, città che avrà in cuor suo maledetto per svariate difficoltà logistiche, in una competizione che, parole sue, «può spappolarti dal punto di vista fisico e mentale», il tecnico in realtà ottiene un triplice risultato. Vince, garantendosi un ritorno soft nella settimana che porterà alla Juve; vede sbloccarsi Eriksen, ingombrante ma potenzialmente decisivo acquisto invernale; testa, senza necessità di ribaltare un match, il 4-3-1-2, alternativa credibile. Quest’ultimo fattore aumenta il bagaglio delle soluzioni possibili, ma non è ancora, per nulla, il caso di archiviare il 3-5-2″, analizza La Gazzetta dello Sport.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy