Keita: “Inter, periodo breve ma intenso. Serve tempo, ma la strada è quella giusta”

L’ex attaccante dell’Inter ha parlato del suo periodo in nerazzurro e della stagione corrente sotto la guida di Conte

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, l’ex attaccante dell’Inter ora al Monaco Keita Balde ha parlato anche della sua ex squadra:

Cosa dice di Inter e Lazio, le sue due squadre in Italia?
«Le vedevo bene entrambe, soprattutto la Lazio. Mi sembrava fortissima, peccato che si sia fermato tutto. È un club dove sono stato tanti anni, ce l’ho nel cuore. L’Inter era la squadra che tifavo da bambino, ho vissuto un periodo più breve ma molto intenso, ho segnato il gol che l’ha portata in Champions. Ora sono all’inizio di un cammino lungo. Non si può pensare che con l’arrivo di Conte si sistemi tutto subito. Ci vuole tempo, ma la strada è quella giusta».

E la Lazio, l’aveva sorpresa?
«No. Mi aspettavo un rendimento simile. Non so se poteva o potrà vincere lo scudetto, però ero sicuro che potesse giocarsela fino alla fine. Ora è tutto più nebuloso, ma nessuna sorpresa: è una buona squadra, unita, umile, dove tutti pedalano forte nella stessa direzione. Ha le sue armi e le usa al meglio. Stava dando una grande dimostrazione in termini di gruppo, carattere e personalità».

Nostalgia dell’Italia?
«No, qui sto bene. Città a misura d’uomo, ottimo club, squadra rispettata, allenatore scuola Barça. Ho altri due anni di contratto e al futuro non penso. Lo dicevo prima, è ancor più vero ora».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy