Marchetti: “Inter, il tempo stringe: Conte deve cambiare in fretta. Una cosa preoccupa i tifosi”

Il giornalista di Sky Sport ha analizzato le partite di Champions League con la sconfitta dei nerazzurri contro il Real Madrid

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Nell’editoriale su TuttoMercatoWeb, il giornalista di Sky Sport Luca Marchetti ha analizzato la sconfitta dell’Inter a Valdebebas contro il Real Madrid e ha parlato del cammino in Champions League dei nerazzurri, fermi a quota 2 al giro di boa:

“È sempre la Champions a sparigliare le carte. A dire la verità stavolta era difficile, anche perché le nerazzurre del martedì dovevano fare una mezza impresa. E non è riuscita a nessuna delle due. Curiosamente si ritroveranno di fronte il prossimo fine settimana. Gasperini e Conte sono certamente insoddisfatti dei risultati. Ma se da una parte Conte elogia lo spirito e sottolinea come i suoi giocatori abbiano l’atteggiamento giusto ma non siano poi fortunati a portare a casa il risultato, Gasperini ha puntato sulla corsa: non corriamo più come prima, ha detto a fine partita.

Getty Images

L’Inter ha il ritorno con il Real, e poi la possibilità di giocarsi tutto con le altre due (Shakhtar e Moenchegladbach) alla pari.
Quello che però preoccupa, più i tifosi dell’Inter che quelli dell’Atalanta, per il momento, è la mancanza di equilibrio e continuità. Lo abbiamo detto spesso in queste settimane che la stagione è anomala. Per l’Inter a maggior ragione visto che di fatto non è andata in vacanza (giocando la finale di Europa League), si gioca ogni tre giorni, Conte ha cambiato l’atteggiamento della squadra, magari non c’è stato ancora tempo per far capire bene ai nuovi i concetti di gioco. Gli attaccanti poco lucidi e i difensori poco attenti. Tutto deve girare meglio. Ma il cambiamento deve accadere in fretta, visto che il tempo comincia a stringere. A metà cammino in Champions e con un po’ di ritardo in campionato non vale più il mal comune mezzo gaudio. Ora l’Inter deve guardarsi dentro e deve capire come poter risolvere le sue amnesie. Altrimenti anche in una stagione difficile per tutti rischia di diventare una mission impossibile anche questa. Provarci e risolvere i problemi non significa vincere subito o vincere a tutti i costi, ma trovare continuità. Per arrivare a fare gli straordinari, come sta facendo il Milan, ci vuole “semplicemente” questo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy