Paganin: “Inter, non abbiamo percepito una reazione. Non credo che Conte abbia…”

Paganin: “Inter, non abbiamo percepito una reazione. Non credo che Conte abbia…”

Le parole dell’ex nerazzurro dopo Juve-Inter

di Sabine Bertagna, @SBertagna

L’analisi di Massimo Paganin dopo la sconfitta dell’Inter contro la Juventus: “Una partita abbastanza equilibrata fino al gol. Da quel momento in avanti la Juve ha preso completamente in mano la gara. L’Inter non aveva tirato in porta ma aveva cercato di concedere poco alla Juventus. Questa partita lascerà i segni sotto certi aspetti. Credo che Conte si aspettasse un esame dal punto di vista della personalità. Avrebbe voluto vedere alzarsi l’asticella, cosa che non è successa. Può aver inciso non aver giocato in questo periodo ma questo non può essere un alibi. Non ci si può aggrappare a questo punto di vista. Non si è vista la personalità che avremmo voluto vedere. Ci avevano abituato i giocatori dell’Inter a farci vedere una reazione di carattere. C’è stata un’accettazione della situazione e rispetto al predominio della Juventus. Questa sera è la sensazione che l’Inter abbia sofferto il gioco della Juventus. Nei numeri l’Inter è stata in partita per gran parte del tempo. La Juve stava bene dal punto mentale. L’Inter non è mai riuscita ad essere incisiva e a mettere in difficoltà i bianconeri. Contro un avversario come la Juve serve una prestazione straordinaria. L’Inter ha cercato di costruire, anche dal basso, nell’uscita dalla prima pressione”.

Le difficoltà in attacco: “È mancata negli ultimi 25 metri. Lukaku? Zero tiri e zero occasioni create: significa che la fonte di gioco capace di dargli palloni è stata annullata. Non abbiamo percepito una reazione da parte della squadra nerazzurra, nemmeno una reazione scomposta. Young ha spinto molto. Credo ci si debba molto in fretta ricomporre. La partita di oggi di che che l’Inter ha perso una partita meritatamente. Brozovic è un giocatore ritrovato, al solito ha fatto la gara con l’energia che serve. Vecino? Il centrocampo ha fatto una parte determinante in tutte e due le squadre, Matias è mancato un po’ stasera. Bastoni? Solitamente spingeva di più, ma dipende anche dall’avversario che ti trovi davanti. Non credo Conte abbia parlato negli spogliatoi, bisogna lasciare depositare le emozioni. La Juve ha letto meglio le situazioni in attacco. Sul primo gol Skriniar non è intervenuto secondo me perché aveva paura di fare autogol. Barella ha avuto delle difficoltà. Abbiamo sentito Conte diverse volte nell’arco della stagione chiedere di alzare l’asticella. Bisogna tenere conto anche della particolare situazione”.

(Inter TV)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy