FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Paganin: “L’Inter è più squadra. Prima che segnasse Eriksen ho pensato: ‘Se fai gol ora…'”

L'analisi attenta dell'ex giocatore nerazzurro e opinionista a proposito del passaggio di turno dei nerazzurri in Coppa Italia: un derby è sempre un derby.

Redazione1908

"In questo momento l'Inter è più squadra. Più concreta e più in grado di cambiare la partita. Stava già facendo la partita prima dell'espulsione di Ibrahimovic. Dopo la lite con Lukaku c'è stata la svolta. La squadra è stata brava a veicolare la partita e bravo anche Conte nello spogliatoio. Credo che Eriksen meritasse il gol. Io ho pensato: "Se fai gol su punizione è la svolta della tua stagione e di quella dell'Inter". Era dal 2018 che non segnavamo su punizione. Eriksen ha delle qualità tecniche superiori a Kolarov, anche se anche lui è forte. Un calcio di punizione perfetto. Mentre si avvicinava alla palla visualizzava già dove doveva calciare. Ci vuole tanta capacità, lui sa di averla. Come giocatore non è mai stato messo in discussione. Da lui Conte pretende sempre un po' di più. E' entrato molto bene in partita. C'era bisogno di costruire dal basso con una qualità diversa, Conte ha optato per questa opzione e poi Brozovic era già stato ammonito". Con queste parole Max Paganin ha commentato la vittoria dell'Inter nel derby di Coppa Italia soffermandosi poi sulla prestazione di Christian Eriksen.

Getty Images

UNA PROVA DI MATURITA' - "Grande è stata la prestazione di squadra dopo essere andati sotto di un gol. Non è stata solo l'espulsione di Ibra a determinare la vittoria dell'Inter. La partita è stata preparata molto bene. Dopo la partita con l'Udinese sentivo un po' di scoramento. La coppa Italia diventa importante, se elimini prima la Fiorentina e poi il Milan c'è un cammino. Per crescere bisogna passare dentro alle difficoltà. L'Inter lo sta facendo. Sono stati bravissimi i centrocampisti, l'Inter si è trovata anche con il modulo a quattro. Quando hai i centrocampisti che sanno come fare e come liberare le linee di passaggio hai un vantaggio. Conte si è trovato a passare ad un sistema a 4 con gli stessi giocatori. Eriksen era già stato impiegato in quel ruolo. Conte ha risposto con i fatti non solo con le parole dando fiducia al giocatore. Non era una partita di Coppa Italia, era un derby. Punto. I giocatori sono andati sotto la curva, tutti sul campo, anche quelli non convocati. Vanno sotto la curva e ringraziano"

(Inter TV)

tutte le notizie di

Potresti esserti perso