TS – L’Inter e lo strano acquisto di Eriksen: Conte voleva Vidal a gennaio, ora invece…

TS – L’Inter e lo strano acquisto di Eriksen: Conte voleva Vidal a gennaio, ora invece…

Tuttosport analizza il momento di difficoltà dell’Inter e di Eriksen

di Matteo Pifferi, @Pifferii

L’ennesima panchina, anche nella partita più importante come quella contro la Juventus, ha posto qualche dubbio e critica nei confronti di Conte per lo scarso utilizzo di Eriksen. Il danese, gemma del mercato invernale nerazzurro, ha disputato solo 348 minuti finora distribuiti in 8 presenze, giocando 90′ sono contro il Ludogorets: “Nemmeno la partitissima di Torino ha sciolto le riserve intorno allo strano acquisto di Eriksen. Strano perché l’Inter a gennaio ha pagato 20 milioni di euro al Tottenham (oltre a un ingaggio di 7.5 milioni) per il fantasista danese in scadenza di contratto a giugno, un’enormità per un giocatore che a partire dal 1° febbraio avrebbe potuto essere trattato come un parametro zero. Nessuno ha obiettato. Anzi, Eriksen è stato accolto come un eroe dai tifosi nerazzurri che vedevano nell’ex Tottenham la scintilla in grado di vivacizzare la manovra dell’Inter. Quasi una copia dell’arrivo di Sneijder nel 2009. Un mese e mezzo dopo la situazione è decisamente diversa”, analizza Tuttosport che, poi, prova a spiegare la gestione di Conte.

CONTE VOLEVA VIDAL

Il quotidiano torinese sottolinea l’importanza dell’acquisto del danese ma altresì rende palese come l’innesto dell’ex Tottenham porti ad uno scompenso di equilibrio alla squadra: “Il centrocampista ha sempre dato l’impressione di portare un tasso di pericolosità superiore alla manovra dell’Inter. Questa caratteristica di imprevedibilità manca all’Inter da quando Sensi non ha più potuto esprimersi sui livelli del primo mese e mezzo di stagione. […] In questo momento sembra chiaro che, più che al tasso di inventiva, Conte guarda all’indice di equilibrio della squadra. Barella e Vecino mezzali ai fianchi di Brozovic rappresentano garanzie superiori rispetto al potenziale rischio rappresentato dall’innesto da titolare di Eriksen. L’allenatore nerazzurro voleva Vidal a gennaio. Il cileno sarebbe stato titolare alla prima occasione dopo il suo atterraggio in Italia. Per Eriksen è diverso”, chiosa Tuttosport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy