Campionati, la Uefa dà l’ok ai playoff come opzione B. Coppe? In piedi tre opzioni alternative

Nel caso in cui non fosse possibile portare a termine i campionati vale il ricorso. Tre strade per chiudere Champions ed Europa League

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Il diktat della Uefa è quello di portare a termine i campionati nazionali. Se non fosse possibile si terrà conto delle classifiche e quindi dei meriti sportivi.

“Non è un mistero che l’ipotesi preferita dall’Uefa sia: 1) campionati da fine maggio al 2 agosto massimo, per avere le liste delle prossime coppe entro il 3 agosto; 2) coppe dopo, tutte ad agosto. E così, probabilmente, sarà. Federazioni e leghe sono invitate a «considerare tutte le possibili opzioni» per finire i tornei nazionali. Giocare, giocare, giocare. A porte chiuse. Sempre tutelando prima la salute. Ma qualsiasi soluzione per completare coppe e campionati sarà preferibile allo stop (di cui parliamo nella pagina a fianco). La prima opzione è giocare tutte le partite. Se fosse impossibile, per i campionati sarà ammesso il ricorso ai playoff oppure a formule ridotte. Per le coppe restano in piedi tre opzioni alternative: 1) quarti e semifinali in gare secche; 2) final four in sede unica; 3) final eight in sede unica”, spiega La Gazzetta dello Sport.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy