Inter, per ora solo frammenti del vero Vidal: ma Conte ha un motivo per sorridere

Show del cileno in Nazionale, ora Conte pretende di vedere il vero Arturo in nerazzurro

di Matteo Pifferi, @Pifferii
Arturo Vidal, Cile, 2020

“Qualcosa che gli ha strappato una particolare smorfia d’approvazione, nel seguire l’Inter sparsa in giro per il mondo, Conte ce l’ha: ieri mattina si è svegliato e ha visto le immagini di un gol portentoso. Estratto dal repertorio di Arturo Vidal, l’uomo voluto a tutti i costi con questa maglia prima che i rimpianti di non averlo in nerazzurro potessero superare le reali aspettative”. Apre così l’articolo del CorSport in merito alla doppietta di Arturo Vidal con la maglia del Cile. La dimostrazione delle capacità tecniche e balistiche dell’ex Barcellona. “Uno spaccato di quello che Conte pretende dal centrocampista col quale, a suo tempo, edificava una Juve granitica”, aggiunge il quotidiano.

SVOLTA – Da quando è all’Inter, Vidal ha mostrato a sprazzi le sue qualità e non ha ancora giustificato il lungo corteggiamento nerazzurro, partito oltre due anni fa. Serve una svolta da parte del cileno, che ha commesso finora errori pesanti sottoporta (contro l’Atalanta) e in difesa (rigore con il ‘Gladbach) ma che dimostra, dalla partita in Nazionale, di aver trovato la forma dei giorni migliori. Vidal è stato titolare in 8 partite su 10, a dimostrazione di come abbia la fiducia di Conte ma che deve tramutare in prestazioni convincenti come accade con il Cile. “Occhio, a proposito, al prossimo cartellino che in Europa farà scattare la squalifica: Vidal ha già preso due gialli contro Shakhtar Donetsk e Real Madrid. Un tris di ammonizione comporterebbe lo stop. E non pare proprio il caso, con l’emergenza a centrocampo che attanaglia Conte, di chiamarsi fuori nel periodo più delicato”, la chiosa del CorSport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy