La giustizia dà ragione a Wanda, l’avvocato: “Maxi Lopez dovrà pagare 3.000 euro al mese”

La giustizia dà ragione a Wanda, l’avvocato: “Maxi Lopez dovrà pagare 3.000 euro al mese”

Il tribunale argentino ha riconosciuto le mancanze del giocatore del Crotone

di Redazione1908

Wanda Nara ha vinto in tribunale la sua battaglia per gli alimenti non versati da parte dell’ex marito Maxi Lopez. La sentenza è stata emessa dal tribunale della famiglia della Camera civile e commerciale di San Isidro (in Argentina), che ha stabilito che il calciatore dovrà pagare 100 euro al giorno come multa per non aver adempiuto regolarmente al mantenimento dei suoi tre figli. A confermarlo l’avvocato di Wanda, che al sito argentino Ciudad ha confermato: “Sì, la sentenza è stata emessa qualche giorno fa. Sono 3.000 euro al mese. E ci sono 3.100 mesi”. Il giudice ha definito Maxi Lopez, per quanto riguarda gli alimenti non versati, un “debitore seriale”.

Due mesi fa l’avvocato aveva spiegato la situazione legale in cui si era trovata Wanda: “Grazie alla nuova legge, quando hai un precedente di un padre inadempiente con un tale debito, il giudice accetta che tu possa fare una sorta di embargo per gli alimenti futuri. I ragazzi sono coperti, ma mangiano grazie ai soldi che Mauro Icardi mette ogni giorno sul piatto”. Ana Rosenfeld aveva aggiunto: “Il contributo di Maxi è minimo, e ovviamente non ha nulla a che fare con la quota di cibo concordata. Quando fu concordata quella quota, era riferita ai bambini che in quel momento andavano all’asilo. I bisogni dei bambini piccoli non sono gli stessi dei bambini quando crescono. Con il consenso di Maxi López, i bambini di Wanda svolgono molte attività extra scolastiche come il calcio, l’equitazione e altre, su cui Mauro punta“.

(Ciudad)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy