La poker face di Ausilio ha messo nell’angolo Wanda: all in scomposto, l’Inter ‘vede’ e vince

Il direttore sportivo dell’Inter ha gestito in maniera esemplare il possibile “caso Icardi”

Giornata importante in casa Inter. Scade oggi, proprio nel giorno della finale dei Mondiali, la clausola a tempo riservata a Mauro Icardi. Una squadra avrebbe potuto comprare Maurito pagando all’Inter 110 milioni di euro entro e non oltre il 15 luglio, senza interpellare la società. Da domani, chiunque voglia Icardi dovrà parlare con l’Inter.

Una vittoria per il ds nerazzurro Piero Ausilio, che ha fatto trascorrere questi 15 giorni di luglio senza neanche una sola turbativa relativa al possibile addio di Icardi. E la cosa non era affatto scontata, dal momento che in ballo, per il capitano nerazzurro, c’è il rinnovo di contratto. E soprattutto c’è un agente che fa il suo lavoro ma lo fa spesso tirando la corda.

Anche a giugno, in piena bagarre rinnovo, con richieste superiori agli 8 milioni di euro, Wanda aveva provato a forzare la mano: “Ci sono i 3 principali club europei pronti a pagare la clausola per Mauro”, aveva sentenziato sicura la moglie-agente del bomber interista.

Un all in in piena regola. Ausilio, però, non ha creduto al bluff ed è andato a “vedere” l’all in di Wanda. “Bene, porta queste offerte”, la risposta sintetizzata fatta pervenire all’entourage di Icardi. Offerte che, evidentemente, non erano così pressanti, dal momento che dopo il safari della coppia d’oro nerazzurra è calato il silenzio sul mercato di Icardi.

L’Inter vuole rinnovare al suo capitano, vuole premiarlo per l’ennesima stagione da urlo, chiusa con 29 gol e da capocannoniere. Ma giugno era il mese delle plusvalenze, il rinnovo si farà ma con i tempi dell’Inter, avevano sentenziato da Corso Vittorio Emanuele. E così è stato: Icardi non ha mai chiesto la cessione, anzi ha ribadito a pieni polmoni la sua voglia di legarsi a lungo termine al progetto Inter. Il tentativo di all in scomposto di Wanda è stato legittimo (si parla di affari, nessuno si scandalizza), il ‘vedo’ di Ausilio saggio e vincente.

Icardi (con ogni probabilità, abbiamo imparato a non dare mai nulla per certo nel mercato) rinnoverà con l’Inter, avrà il suo aumento e l’Inter avrà il suo bomber ancora a lungo. Ma stavolta la gestione del club nerazzurro è stata perfetta: nessuna polemica, solo tanta inutile fantasia su zebre e costumi. L’Inter ha vinto. Icardi anche. E Spalletti può lavorare in tutta serenità. E’ andata così, proprio come voleva il club, ma non era scontato.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13376151 - 2 anni fa

    E brava Inter.
    Peter Cimino

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy