Messi non arriverà mai all’Inter ma “nel 2019 si vedrà l’effetto Suning per due motivi”

L’Inter è ancora imbrigliata nel settlement agreement ma il futuro è roseo per i nerazzurri

Un presente con il freno a mano, un futuro roseo. E’ questo lo scenario che sta vivendo l’Inter, soprattutto in sede di mercato. I paletti del Fair Play Finanziario, con il club ancora bloccato dal settlement agreement, costringono Piero Ausilio a fare i salti mortali per trovare formule che accontentino le richieste dell’allenatore e le società con cui si sta trattando.

Ma questo dovrebbe essere l’ultimo anno sotto sanzione per l’Inter, il che significa che dal 2019 l’effetto Suning, tra Champions e sponsorizzazioni, potrà finalmente vedersi anche in sede di campagna acquisti. Niente voli pindarici alla Messi, tanto per citare un nome fatto da Tronchetti Provera, ma più libertà d’azione per rinforzare la squadra.

“No, non ci sono possibilità che l’arrivo di Messi possa verificarsi. Non c’è oggi e non ci sarà tra un anno, quando il periodo del settlement agreement con l’Uefa finirà e i soldi guadagnati dalle tante sponsorizzazioni chiuse da Suning (particolarmente in Asia) cominceranno a pagare dividendi in termini di acquisti e non solo. È però rispondente a verità che nel percorso di crescita avviato dal colosso cinese molto potrà cambiare quando i lacciuoli dell’accordo firmato con l’organo continentale verranno meno”, sottolinea oggi Il Giorno.

Fine del settlement agreement ed effetti delle sponsorizzazioni: i due motivi che inducono l’Inter all’ottimismo per il futuro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy