VIDEO FCIN1908 / Giampaolo: “Skriniar e Andersen della stessa pasta. Inter? Da piccolo…”

Le parole dell’allenatore dei blucerchiati presente a un evento a Milano

Presente all’evento di Milano “Premio Amico dei Bambini”, organizzato dalla Scuola Calcio Aldini, Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, ai microfoni dei giornalisti presenti (tra cui l’inviato di FCInter1908.it) ha avuto modo di parlare anche di difensori e di mercato, in particolare di Milan Skriniar, allenato da lui in blucerchiato e diventato ben presto uno dei pilastri dell’Inter di Spalletti, e di Joachim Andersen, indicato da molti operatori di mercato come prossimo obiettivo di mercato dei nerazzurri:

COMPLIMENTI – “Giro i complimenti alla mia squadra che, pur rinnovandosi, riesce sempre a ottenere buoni risultati. Giochiamo per divertirci e per cercare di migliorare sempre. Europa? Ci sono molte squadre in lotta e la classifica dice che ci siamo anche noi. Non rinunciamo mai a giocare le partite, domenica contro la Fiorentina non siamo stati la solita Samp. Giochiamo sempre per vincere”.

GRANDE SALTO – “Spero di poter fare un grande campionato con la Samp e di migliorare rispetto all’anno scorso. Poi, l’ambizione c’è per tutti. Ma è far meglio”.

INTER – “Sono stato tifoso dell’Inter da bambino, poi crescendo e facendo questo mestiere si perdono le passioni di bambino, perché è il lavoro che ti porta a perderle”.

PIATEK – “Noi della Samp siamo più a sud rispetto al Genoa, leggo pochissimo di mercato della Samp, figuriamoci del Genoa”.

SKRINIAR – “E’ forte, aveva già dimostrato di avere tantissima qualità da noi, poi l’Inter lo ha consacrato”.

QUAGLIARELLA – “E’ l’ultimo dei Mohicani, l’ultimo Highlander, è immenso. Non riesco a godere dei suoi grandi numeri, perché sono coinvolto emotivamente, ma penso che i tifosi della Samp possano continuare a farlo. La carta d’identità dice che ha 35 anni, spesso abbiamo pregiudizi, ma ha degli score che nessun altro ha”.

MERCATO – “Con il club ci sono delle strategie: l’unico che partirà per andare a giocare è Kownacki, che reclama un minutaggio maggiore. Gli altri, per quanto mi riguarda, rimangono alla Samp. Voglio andare fino a maggio con questi. A giugno si spariglieranno le carte. Andersen? E’ bravo lo scouting della Samp nel trovare giocatori forti e giovani, alla Samp possiamo farli giocare. Sono bravi gli osservatori che pescano prima gli Skriniar e poi gli Andersen. Credo che Andersen sia della stessa pasta di Skriniar”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy