Antonello: “Stadio? I tempi sono maturi. A giugno nuova sede. Inter in CL con continuità”

Antonello: “Stadio? I tempi sono maturi. A giugno nuova sede. Inter in CL con continuità”

L’ad nerazzurro ha parlato in occasione dell’incontro ECA che si è tenuto ad Amsterdam

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Oggi ad Amsterdam si è tenuto l’incontro dell’ECA e Alessandro Antonello, ad dell’Inter, ha risposto alle domande di Skysport, questa quella sullo stadi: «Noi come Inter stiamo lavorando in questo progetto insieme al Milan e riteniamo che lo stadio di proprietà sia uno degli asset principali per la crescita dei club. Stiamo lavorando insieme a questo progetto di San Siro, abbiamo ancora del lavoro da fare, i tempi sono maturi e comunicheremo al Comune quale sarà la scelta di entrambi i club. Questo perché la città di Milano ha assolutamente bisogno di uno stadio all’altezza delle principali città europee». 

IL GAP CON LA JUVE – «Oggi questo gap c’è e si vede dai punti in classifica. L’obiettivo nostro è quello di percorrere il nostro progetto strategico dei prossimi anni e di colmare il gap nel più breve tempo possibile, sul campo e fuori dal campo. Chiaramente la parte infrastrutturale, quindi avere uno stadio di proprietà ha agevolato la Juventus a investire molto di più sulla squadra, sarà nostro compito accelerare questi processi per colmare questo gap nel più breve tempo possibile».

LA SEDE – «A fine giugno ci trasferiremo nella nuova a via della Liberazione in un palazzo nuovo centro moderno di Milano proprio per dare un segno si slancio al futuro del club. Ad Appiano a fine stagione allargheremo la zona dei giocatori, nuove stanze, la parte di albergo per i giocatori perché una struttura all’altezza può migliorare anche le performance dei calciatori. Bisogna vedere anche se e come agire in un progetto futuro per il Trading Center anche per il settore giovanile che è un settore nel quale continueremo ad investire perché l’Inter ha garantito sempre risultati d’eccellenza per tutto il calcio italiano».

OBIETTIVO MINIMO – «Come risultato minimo dobbiamo essere in Champions in maniera permanente: ritornati a competere costantemente in questa competizione crescere anno dopo anno per raggiungere sempre risultati migliori».

(Fonte: SS24)

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-3212330 - 3 settimane fa

    Come risultato minimo se ti chiami Inter devi portare a casa trofei nel giro di un paio d’anni visto che dal 2011 non se ne vincono. Cominciano ad esser tanti se ti chiami Inter. Ricordatevi che siamo l’Inter

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nuzzo62 - 3 settimane fa

    Invece no teniamoci noi SAN SIRO,lo mettiamo a posto giochiamo un anno in un altro stadio, gli altri fagli fare lo stadio nuovo, declino secondo me e fare un altro stadio,non c’è bisogno SAN SIRO NON SI TOCCA⚫

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. antonio - 4 settimane fa

    Spero che sia la volta buona e deve essere un nuovo stadio . Le toppe su quello vecchio non servono a nulla e pregiudicherebbero anche l ‘ utilizzo durante le partite . Nella vita bisogna anche avere il coraggio di cambiare quando serve , rimanere legati al passato è segno di declino .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy