ESCLUSIVA Tassi: “Infortunio e nuovo ruolo, vi dico tutto. E Kovacic…”

ESCLUSIVA Tassi: “Infortunio e nuovo ruolo, vi dico tutto. E Kovacic…”

di redazionefcinter1908

In occasione della sfida dell’Inter contro il Bologna, valevole per l’ultima giornata del campionato Primavera, Lorenzo Tassi, giovane e talentuoso regista classe 1995 fermo ai box per un infortunio, ha parlato in esclusiva a FcInter1908.it della sua annata e del suo recupero, per dare manforte alla squadra nel caso si qualificassero per la fase finale.

Prima domanda: come stai dopo l’infortunio nel derby?

Sto un po’ meglio, adesso mi sto sottoponendo a delle terapie e miglioro giorno dopo giorno. La mia speranza è quella di recuperare in tempo per le eventuali finali.

Sui tempi di recupero quindi…

Penso che rimmarrò ai box per almeno un mese. Spero quindi che i miei compagni si qualifichino per la final eight in modo da poter dare il mio apporto.

Ci racconti il tuo anno? Sappiamo che hai cambiato un po’ posizione in campo con il mister Bernazzani…

Si quest’anno il mister ha arretrato la mia posizione, da trequartista, e ora faccio un po’ più il regista. Mi sono trovato comunque subito bene ma sono stato un po’ sfortunato perchè era un periodo che stavo bene e mi esprimevo al meglio in campo e ora c’ è questo infortunio. Peccato perchè avevo trovato una certa continuità nel rendimento.

Con tutti gli infortunati della prima squadra, senza il tuo problema fisico, avresti forse potuto esordire in Serie A. C’è del rammarico ulteriore?

Questo viene in secondo piano al momento. mi dispiace inanzitutto non poter aiutare i compagni della Primavera in questo periodo decisivo.

Dopo esserti allenato parecchie volte con la prima squadra, ci dici chi ti ha impressionato maggiormente?

Credo di essere banale nel dire che i cosidetti “vecchi” siano decisamente i leader nello spogliatoio. A me piace e ha impressionato particolarmente Kovacic. Per me è il migliore e rappresenta il futuro dell’Inter.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy