Inter, Chiesa primo regalo per Conte: ecco l’offerta. Attacco: testa a testa. E Dzeko confessa che…

Inter, Chiesa primo regalo per Conte: ecco l’offerta. Attacco: testa a testa. E Dzeko confessa che…

L’esterno offensivo della Fiorentina è il primo obiettivo di mercato dei nerazzurri

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

In attesa di chiudere nel migliore dei modi la stagione e di ufficializzare il passaggio di consegne tra Spalletti e Conte sulla panchina dell’Inter, la dirigenza nerazzurra sta già lavorando per mettere a segno i primi colpi di mercato da regalare al nuovo tecnico. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, il grande obiettivo interista risponde al nome di Federico Chiesa, ma la lista dei rinforzi non è finita qui.

Federico Chiesa, Fiorentina

IL PRIMO REGALO – “È Federico Chiesa il grande regalo che l’Inter vuole fare ad Antonio Conte per dargli il benvenuto. La concorrenza della Juventus è fortissima e i bianconeri si sono portati avanti con il lavoro sia con la Fiorentina, facendo capire di essere pronti a mettere sul tavolo 45-50 milioni più una contropartita tecnica, sia con il ragazzo e il padre Enrico. Anche Marotta e Ausilio, però, hanno fatto i loro passi: i primi approcci del ds nerazzurro con la famiglia Chiesa risalgono alla scorsa estate quando Spalletti lo aveva messo al primo posto della lista dei suoi rinforzi, ma Della Valle aveva posto il veto alla sua partenza. Nelle ultime settimane ci sono stati nuovi contatti, favoriti dal fatto che Chiesa jr in questo momento preferisce stare in Italia piuttosto che provare un’esperienza all’estero dove per esempio il Bayern è pronto a offrire 60 milioni. La pista tedesca non può essere esclusa, ma in corso Vittorio Emanuele sono più preoccupati della concorrenza della Juve alla quale Marotta e Conte farebbero volentieri un bel dispetto sul mercato. Chiesa nel 3-5-2 farà l’esterno destro di centrocampo, ma sarà adeguatamente “coperto” dalla mezzala destra in modo da trasformare il modulo in fase offensiva in un 3-4-3. Avrà licenza di attaccante, ma non dovrà dimenticarsi di difendere“.

TESTA A TESTA IN ATTACCO – “Conte avrà anche un grande attaccante perché Icardi non rientra più nei programmi dell’Inter. Certo il club non potrà regalarlo o venderlo a ogni costo e una destinazione (gradita anche al calciatore…) i dirigenti devono trovarla. Nella testa di Maurito la Juventus è in questo momento l’unica alternativa a una permanenza alla Pinetina. L’Inter punta a inserirlo in uno scambio, magari con il Manchester United perché Conte stravede per Lukaku. Lo voleva con sé al Chelsea e lo chiederà a Zhang. La controindicazione? Il costo elevato del cartellino: per avere il belga si parte da 50-60 milioni di euro. L’aiuto? Con la mancata qualificazione alla Champions dello United, i contratti di quasi tutti i giocatori della rosa (eccetto Pogba e un altro paio) verranno decurtati del 25% e lo stipendio sarà un po’ meno monstre, ma comunque non inferiore ai 7 milioni. L’alternativa a Lukaku si chiama Edin Dzeko che domenica nel corso di una cena con amici avrebbe confidato che la sua esperienza alla Roma è capolinea e che l’Inter è favorita sul Psg per averlo. Ausilio stravede per il bosniaco“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy