Inter, da Balotelli ad Acquafresca: quando cedere un giovane è stato un affare di mercato

Inter, da Balotelli ad Acquafresca: quando cedere un giovane è stato un affare di mercato

Alcuni giovani ceduti dall’Inter negli ultimi anni e che si sono rivelati dei veri affari di mercato

di Gianni Pampinella

In un settore giovanile come quello dell’Inter, tra i migliori in Europa, ogni anno vengono ‘sfornati’ tanti potenziali campioni. In molti casi la società nerazzurra ha ceduto giovani dal grande potenziale principalmente per due motivi: arrivare ad altri giocatori già affermati utilizzandoli come contropartite. L’altro motivo, il più recente, è stato per creare delle plusvalenze in ottica Fair Play Finanziario. Se qualche operazione di mercato ha generato dei rimpianti tra i tifosi (l’ultimo in ordine di tempo è Nicolò Zaniolo), in altri casi l’Inter è riuscita a creare enormi plusvalenze e in altri ancora, grazie ai giovani usati come contropartite, ad arrivare a giocatori che sono stati fondamentali per i successi nerazzurri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy