Capello: “Icardi? Al Real Suker e Mijatovic non la passavano a Raul. Ecco come l’ho risolta”

Capello: “Icardi? Al Real Suker e Mijatovic non la passavano a Raul. Ecco come l’ho risolta”

L’ex tecnico ha parlato del caso Icardi all’Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427

L’Inter deve cercare di reagire subito alla sconfitta patita a Cagliari. Ora i nerazzurri affronteranno l’Eintracht in Europa League e devo rialzare subito la testa. A Sky Calcio Club ne ha parlato Fabio Capello:

“Icardi dovrebbe andare nello spogliatoio, chiedere scusa e i giocatori possono capire che ha sbagliato e giustificarlo. Queste situazioni possono aggiustarsi, è importante riavere in gruppo un giocatore del genere. Verrebbe accettato e ammirato. Chi ammette i propri errori fa un atto importante. Si sta danneggiando da solo non giocando. Ne ho avuto uno che per tre mesi diceva di avere un dolore alla caviglia. Si elimina e si danneggia da solo e lo dovrebbe capire. Deve tornare umile nello spogliatoio: l’Inter ha bisogno di Icardi e Icardi dell’Inter. Un giocatore che chiede scusa ha ancora più voglia di far vedere il proprio valore. Sono arrivati a questo punto perché non sono stati attenti in alcuni momenti. Hanno parlato tutti un po’ troppo. Dopo il comunicato ufficiale io non ne avrei parlato più. Prima nello spogliatoio qualcosa si è rotto. La squadra ha mostrato grande impegno quando lui era fuori. Un allenatore deve capire quando intervenire. Da allenatore non faccio intervenire la società perché vuol dire che non ho la personalità di intervenire. Io al Real Madrid ho avuto una situazione simile: Suker e Mijatovic non passavano palla a Raul. Li ho chiamati e ho fatto vedere alcune situazioni in cui si comportavano così e ho detto loro che se fosse ricapitato non avrebbero più giocato. Non è più successo. A me la società doveva chiedere se poteva intervenire”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy