Inter: non solo Gabigol. Anche Joao Mario ha lasciato la panchina. Multe in arrivo!

Inter: non solo Gabigol. Anche Joao Mario ha lasciato la panchina. Multe in arrivo!

Al momento non è certo una priorità della dirigenza interista, ma nei prossimi giorni Gabigol con ogni probabilità verrà multato per avere lasciato la panchina

di Riccardo Fusato, @FusatoRiccardo

Al momento non è certo una priorità della dirigenza interista, ma nei prossimi giorni Gabigol con ogni probabilità verrà multato per avere lasciato la panchina domenica all’Olimpico quando Vecchi ha scelto Banega per la terza e ultima sostituzione durante il match contro la Lazio. Correva il 41’ del secondo tempo e anche per questo il 20enne ex Santos poteva risparmiarsi un gesto che tradisce tutto il nervosismo per un’annata da comparsa di lusso. Un episodio che ha avuto un’eco anche in patria, visto che nella rubrica «brasiliani nel mondo» redatta da UOL Esporte trovano spazio anche i due episodi poco edificanti accaduti domenica in Serie A che hanno riguardato due giocatori carioca. Oltre alle mani al collo di Danilo a Muriel, il portale brasiliano ha messo appunto in evidenza anche il comportamento di Gabigol. La cosa particolare è che lo stesso gesto all’Olimpico lo ha fatto anche Joao Mario, grande amico del brasiliano. Il portoghese, anche lui arrivato alla fine dello scorso mercato estivo per cifre importanti e non felicissimo per lo scarso utilizzo dell’ultimo periodo, una volta capito che non sarebbe entrato in campo è rientrato negli spogliatoi invece che attendere la fine del match insieme ai compagni. L’episodio è sfuggito ai più, anche perché i riflettori sono spesso puntati sull’oggetto misterioso venuto dal Brasile, ma anche Joao verrà multato.

(Gazzetta dello Sport)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-3410061 - 2 anni fa

    Quelle politiche di però….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. umbramonac_749 - 2 anni fa

    Io multerei e poi caccerei chi ha consentito di depauperare un capitale di 75.000.000,00 oltre le umiliazioni inferte fino all’ultimo a questi ragazzi. Non ci sono spiegazioni, né valutazioni tecniche che possono giustificare tutto questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy