Marani: “Qui allenatori troppo nervosi. Come Mourinho? No, lui non lo dovevi bippare mai”

Marani: “Qui allenatori troppo nervosi. Come Mourinho? No, lui non lo dovevi bippare mai”

Mourinho ha fatto danni? Se lo chiede Marani a proposito del troppo nervosismo di alcuni allenatori in serie A

Matteo Marani punta il dito sull’eccessivo nervosismo degli allenatori in serie A, in particolare di Allegri, Spalletti e Sarri: “È stata una domenica in cui siamo andati un po’ in là. Spalletti è un allenatore secondo in classifica, le cose stanno andando molto bene ma ha questo grado di nervosismo. Tutti gli allenatori di vertice vivono situazioni simili: si lamentano, protestano, non accettano critiche. Tornando a Spalletti non si può arrivare ad una contrapposizione così feroce tra lui e la stampa. Non va bene. Non si può andare in conferenza a fine gara con la preoccupazione di come reagisce l’allenatore. Troppa suscettibilità. Qualunque cosa venga chiesta c’è questa tensione permanente. E’ difficile fare l’allenatore, però hai una comunicazione pubblica.”

Perché all’estero diventano più moderati nel linguaggio? “Qui Mazzarri soffriva terribilmente la critica, rispondeva in malo modo e in Inghilterra ha dovuto molto più accettare le domande. Lì c’è piena legittimità per quanto riguarda il lavoro della stampa. Non vorrei che il mourinhismo avesse fatto dei danni. Fino ad Herrera non esisteva la figura  Poi è arrivato il ciclone Mourinho, ma lui ha un controllo. Mourinho non lo dovevi bippare mai, a volte durissimo però c’è una compostezza lessicale e un’educazione del linguaggio. Polemica creata ieri da Sarri sull’orario della partita. Chi fa gli orari è la lega Calcio, ricordo a Sarri. Sindrome di accerchiamento e di congiura. Questa è infelicità, dover vivere in questa maniera il ruolo. L’esposizione mediatica va gestita e controllata. E’ una responsabilità. A Coverciano ci vorrebbe un corso di buoni costumi. Gli allenatori si facciano aiutare da comunicatori. Anche Allegri è più nervoso, la frizione gli scappa ogni tanto. Credo per un discorso di usura. Anche questo ricorso continuo alla polemica con gli arbitri non fa bene. In campo si può essere focosi. Conte è uno che porta forza alla propria squadra in campo. Non mi piacciono le conferenze prima o dopo, quando si continua con le polemiche.”

(Sky)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy