VIDEO FCIN1908 / Marotta: “Subito un danno notevole. Esultanza Politano? Dietrologie, e le parole di Wanda…”

Le dichiarazioni del CEO nerazzurro rilasciate a margine della consegna del “Premio Facchetti, il bello del calcio”

A margine della consegna del “Premio Facchetti, il bello del calcio” ha parlato il CEO nerazzurro, Beppe Marotta. Queste le sue parole raccolte dai microfoni di FcInter1908.it

RIGORE PER LA FIORENTINA – “Abbiamo subito un danno notevole e speriamo che non sia irreparabile nell’economia di questa stagione, sarebbe grave. Tra l’altro, è un torto subito nel finale della partita, ed è diverso da un torto subito nei primi minuti. Era una partita che aveva preso una china per precisa. Da dirigente calcistico c’è rammarico, perché su questo strumento (VAR, ndr) abbiamo investito molto come movimento proprio perché diventasse uno strumento a disposizione della classe arbitrale, non per eliminare tutti gli errori, ma per diminuirli. L’uso deve essere scrupoloso e razionale. Davanti a una situazione dele genere, dove si confonde l’oggettività con la soggettività, rimango basito e deluso per come viene usato questo strumento. Si parla nei corridoi degli spogliatoi, ma non me la sento di condannare un arbitro. Si deve oliare il sistema per usarlo meglio. Per come è arrivato, potrebbe essere un danno irreparabile, speriamo non sia fatale. Possiamo stare qui a disquisire sul protocollo, che probabilmente deve essere migliorato. Il mio rammarico è per il fatto che con la VAR dovrebbero esserci delle situazioni oggettive e in questo caso nessuno avrebbe potuto dire che D’Ambrosio avesse preso il pallone con la mano. E’ una cosa che ha dell’incredibile e da quello che ricordo penso sia l’errore più grande con la VAR. Escludo che la decisione sia arrivata per questioni ambientali e psicologiche, altrimenti non sarei qui a parlare e mi dovrei dimettere. Ritengo invece che quando si parla di sistema che va oliato, si deve far sì che le performance degli arbitri siano impeccabili”.

ESULTANZA POLITANO – “Spaccatura spogliatoio? Assolutamente no, sono pure dietrologie che rimando al mittente. C’è una gioia di un nostro giocatore che ha esultato in occasione del gol, tutte le altre dietrologie lasciano il tempo che trovano”.

WANDA – “Le sue parole non segnano una nuova frattura, assolutamente no. Anzi, colgo l’occasione per esprimere gratitudine alla squadra e all’allenatore per aver visto un’Inter competitiva e come volevamo noi, che ha giocato bene e unita. Per quanto riguarda Icardi, l’ho detto più volte, abbiamo speso tante parole e il dibattito è stato ampio. E’ giunto il momento di non parlarne più”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy