FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Farris: “La pressione c’è sempre. Sanchez non si discute, la dedica di D’Ambrosio…”

Farris: “La pressione c’è sempre. Sanchez non si discute, la dedica di D’Ambrosio…”

La parole del vice allenatore in conferenza stampa

Sabine Bertagna

Le parole del vice allenatore dell'Inter in conferenza stampa dopo la vittoria contro l'Empoli: "La pressione c'è sempre perché siamo l'Inter e abbiamo voglia, obbligo e dovere di fare benissimo e vincerle tutte. Siamo scesi in campo come abbiamo preparato la partita, con qualche giocatore che aveva giocato un po' meno. In questa ottica di rotazioni vanno in campo giocatori che hanno fatto un po' meno e ti risolvono la partita. Assist di Sanchez per D'Ambrosio, D'Ambrosio fa una dedica al compagno e questo va oltre perché si entra nella sfera dell'emotività. Fa capire quanto sia legato questo gruppo. Sappiamo che abbiamo lasciato qualcosina, ma sappiamo anche quale è il nostro valore. L'importante è andare avanti. Sanchez si presenta da solo, un campione universale. Ha saltato qualche allenamento per qualche problemino. Ma il giocatore non si discute. Se sta bene sicuramente entrerà nelle rotazioni. Stasera ha dimostrato che in questa squadra può dire la sua. Al di là della prestazione, c'è l'affetto dei compagni. Sia per Sanchez che per Lautaro. Dispiace non abbiano segnato. Ma visto quello che hanno fatto in allenamento non ci aspettavamo che questo. Creato tanto? Noi abbiamo un nostro equilibrio di staff. Siamo passati dal dire che non eravamo equilibrati all'essere conservatori con la Juve. Non è così. Tutte le partite sono diverse. E' chiaro che l'obiettivo è non prendere gol. E' importante ritrovare questo tipo di solidità di squadra, che non è un problema della difesa. Molto spesso abbiamo lasciato i tre difensori a difendere ora abbiamo ritrovato l'equilibrio con i centrocampisti. Stasera è stata veramente una questione di episodi e di centimetri. Gol annullati, il fallo di mano di Gagliardini, il palo: abbiamo creato veramente tanto. La partita è stata gestita bene. Empoli? Ci aspettavamo questa partenza, non è una squadra banale. Ha dei valori di gioco. La difficoltà poteva essere quella di non saper soffrire. Ma abbiamo saputo farlo, abbassarsi quando è stato necessario, sdraiarsi davanti al giocatore che calcia davanti alla porta. Episodio D'Ambrosio? Non l'ho rivisto. L'Inter è stata superiore".

tutte le notizie di