Inter-Milan 4-2: quattro sberle al Diavolo, i rossoneri ci credono nei primi 45 poi il brusco risveglio

Inter-Milan 4-2: quattro sberle al Diavolo, i rossoneri ci credono nei primi 45 poi il brusco risveglio

Al Meazza si alza il sipario sul derby che consentirebbe ai nerazzurri di agganciare in vetta al campionato la Juventus

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

MILANO – Un derby pazzesco quello che riporta l’Inter in vetta al campionato insieme alla Juventus. Sotto di due reti nel primo tempo i nerazzurri la ribaltano nella ripresa spazzando via il Diavolo e le sue velleità con quattro sberle firmate Brozovic, Vecino, De Vrij e Lukaku. Un derby da incorniciare per Antonio Conte che ha ottenuto dai suoi la migliore reazione possibile, quella sperata, quella ottenuta con spirito di sacrificio e grande determinazione. Una reazione da squadra, da gruppo, quella ottenuta dall’Inter, che non si è arresa e grazie al colpo di Brozovic ha trovato la giusta spinta per riprendere una gara che sembrava persa. Adesso i nerazzurri si accomodano in coabitazione in vetta al campionato in attesa della prossima sfida contro la Lazio.

MILANO – Antonio Conte fiuta l’aggancio in vetta. Contro il Milan il tecnico nerazzurro ha sul piatto la possibilità di agganciare al primo posto la Juventus. Fuori Eriksen dentro Sanchez. Il dubbio della vigilia si risolve a favore del cileno che giocherà accanto a Lukaku in attacco con Brozovic-Barella-Vecino a comporre la diga di centrocampo. In difesa torna Godin, mentre sulle corsie esterne Candreva si riprende la corsia destra mentre a sinistra confermatissimo Young.

QUESTE LE FORMAZIONI

INTER (3-5-2): 27 Padelli; 2 Godin, 6 de Vrij, 37 Skriniar; 87 Candreva, 8 Vecino, 77 Brozovic, 23 Barella, 15 Young; 9 Lukaku, 7 Sanchez.
A disposizione: 1 Handanovic, 35 Stankovic, 11 Moses, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 18 Asamoah, 20 Borja Valero, 24 Eriksen, 30 Esposito, 32 Agoumé, 33 D’Ambrosio, 34 Biraghi.
Allenatore: Antonio Conte.

MILAN (4-4-1-1): 99 G. Donnarumma; 12 Conti, 24 Kjaer, 13 Romagnoli, 19 Hernandez; 7 Castillejo, 79 Kessie, 4 Bennacer, 18 Rebic; 10 Calhanoglu; 21 Ibrahimovic.
A disposizione: 1 Begovic, 90 A. Donnarumma, 2 Calabria, 5 Bonaventura, 17 Leao, 20 Biglia, 22 Musacchio, 39 Paquetà, 46 Gabbia, 56 Saelemaekers, 93 Laxalt, 94 Brescianini.
Allenatore: Stefano Pioli.

Arbitro: Maresca.
Assistenti: Peretti, Paganessi.
Quarto Uomo: La Penna.
VAR e Assistente VAR: Mazzoleni, Schenone

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy