Lazio-Inter 2-1: i nerazzurri cadono nella ripresa e scivolano al terzo posto

Lazio-Inter 2-1: i nerazzurri cadono nella ripresa e scivolano al terzo posto

L’Inter affronta all’Olimpico la Lazio per il posticipo della 24a giornata del campionato di calcio di Serie A

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

ROMA – L’Inter perde la sua seconda partita in campionato contro la Lazio e slitta al terzo posto in classifica superata dai biancocelesti che si posizionano alle spalle della Juventus. Partita a scacchi all’Olimpico tra Conte e Inzaghi, la spunta il secondo nella ripresa grazie alla giocata di Milinkovic-Savic che prende per mano i biancocelesti trascinandoli alla vittoria. Gara di grande sofferenza da parte di entrambe le squadre con la difese che concedono pochissimo annullando gli attaccanti avversari. A 15 minuti dalla fine, sul punteggio di 2 a 1 per la Lazio, Antonio Conte lancia nella mischia Eriksen, il danese prova a suonare la carica, prima con una botta da fuori che Strakosha respinge (e Lautaro mette in rete in posizione irregolare) poi aprendo di prima intenzione su Lukaku ma il diagonale del belga viene chiuso da uno straordinario Acerbi. I nerazzurri ora tornano a tre lunghezze dalla Juventus e due dalla LAzio e domenica sera affronteranno al Meazza la Sampdoria di Ranieri.

ROMA – Allunga momentaneamente la Juventus che nel pomeriggio ha superato il Brescia e l’Inter di Antonio Conte è chiamata a rispondere ai bianconeri. I nerazzurri saranno di scena all0 stadio Olimpico, contro la Lazio, gara che negli ultimi due anni è vedeva in palio un posto – il quarto – in Champions League. Il tecnico nerazzurro conferma il blocco l’Inter che ha spazzato via il Milan nel derby ad eccezione del partner d’attacco di Romelu Lukaku che oggi sarà nuovamente Lautaro Martinez. Confermato Godin in difesa, spazio a Young e Candreva sulle corsie esterne, Brozovic-Barella e Vecino formeranno la diga di centrocampo.

QUESTE LE FORMAZIONI:

LAZIO (3-5-2): 1 Strakosha; 3 Luiz Felipe, 33 Acerbi, 26 Radu; 77 Marusic, 21 Milinkovic-Savic, 6 Leiva, 10 Luis Alberto, 22 Jony; 17 Immobile, 20 Caicedo.
A disposizione: 23 Guerrieri, 24 Proto, 4 Patric, 5 J. Lukaku, 11 Correa, 15 Bastos, 16 Parolo, 28 A. Anderson, 29 Lazzari, 32 Cataldi, 34 Adekanye, 93 Vavro.
Allenatore: Simone Inzaghi

INTER (3-5-2): 27 Padelli; 2 Godin, 6 de Vrij, 37 Skriniar; 87 Candreva, 8 Vecino, 77 Brozovic, 23 Barella, 15 Young; 9 Lukaku, 10 Lautaro.
A disposizione: 1 Handanovic, 35 Stankovic, 46 Berni, 7 Sanchez, 11 Moses, 13 Ranocchia, 20 Borja Valero, 24 Eriksen, 32 Agoumé, 33 D’Ambrosio, 34 Biraghi, 95 Bastoni.

Allenatore: Antonio Conte.

Arbitro: Rocchi
Assistenti: Alassio, Costanzo
Quarto uomo: Pasqua
VAR e Assistente VAR: Mazzoleni, Vivenzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy