Manchester City, Gundogan non rinnova: assalto Inter, pronti 30 milioni. L’alternativa…

Manchester City, Gundogan non rinnova: assalto Inter, pronti 30 milioni. L’alternativa…

Il centrocampista tedesco cambierà maglia questa estate, i nerazzurri fiutano l’affare

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Ilkay Gundogan con la maglia del City

L’obiettivo principale dell’Inter in vista della prossima stagione è quello di rinforzare il centrocampo con elementi di qualità ed esperienza internazionale. La dirigenza nerazzurra sta valutando diversi profili, in cerca dell’occasione giusta. Un assist, in tal senso, potrebbe arrivare di Manchester: come confermato da Guardiola al termine della gara di ieri pomeriggio contro il Crystal Palace, Ilkay Gundogan non rinnoverà il suo contratto con il City, e in estate cambierà maglia. Il centrocampista tedesco ha tutte quelle caratteristiche ricercate dall’Inter, e i nerazzurri potrebbero sfruttare la sua situazione contrattuale per limitare l’esborso economico legato al costo del suo cartellino. Così scrive Tuttosport: “Il turco ha deciso di lasciare Manchester a fine stagione e lotta ancora per la causa soltanto perché il City è in piena corsa per vincere Premier, FA Cup e Champions. Le intenzioni del giocatore rendono decisamente più agevole una trattativa con il City che quanto meno ha l’ultima occasione per monetizzare dalla cessione del cartellino prima che Gundogan possa accordarsi in regime di svincolo con un altro club. L’Inter, alla luce di tutto questo, può arrivare fino a 30 milioni (investimento che rientrerà grazie alla cessione di Ivan Perisic in Premier, con il Tottenham in pole) anche perché sull’operazione pesano pure i costi legati all’ingaggio del centrocampista che a Manchester guadagna 8 milioni a stagione“.

L’ALTERNATIVA – “Il preferito da Ausilio nel ruolo resta Ivan Rakitic che, per caratteristiche, meglio si adatta alla coabitazione con Brozovic essendo un palleggiatore più da corsa, ma qui, rispetto a Gundogan, vanno superate le resistenze di Ernesto Valverde che, nonostante l’arrivo di De Jong (e quello probabile di Rabiot, anche se la trattativa si è incagliata) ha posto il veto sulla cessione del croato. Un no che può avere un peso importante, considerato che Valverde ha praticamente rivinto la Liga e ha un piede in semifinale di Champions. Qualora, al contrario, dovesse prevalere la posizione di chi nel club vuole ringiovanire e rifondare il centrocampo, Rakitic verrebbe messo sul mercato, ma con una valutazione di 60 milioni, essendo il contratto del croato ancora lungo (scadenza nel 2021). E l’Inter già con Rafinha ha sperimentato quanto il Barça possa essere intransigente nelle trattative“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy