Inter, Skriniar: “La Champions? Andremo agli ottavi, è il nostro obiettivo. Il mio valore…”

Inter, Skriniar: “La Champions? Andremo agli ottavi, è il nostro obiettivo. Il mio valore…”

Le parole del difensore nerazzurro

di Gianni Pampinella

Lunga intervista quella concessa da Milan Skriniar alla rivista Hat Trick. Sono tanti gli argomenti affrontati dal difensore dell’Inter e il primo argomento è relativo al valore del suo cartellino: “Mi fa piacere, ma sappiamo tutti che le somme sono aumentate molto rapidamente nel calcio, probabilmente sproporzionatamente alte. Dopotutto, circa cinque anni fa, nessun difensore valeva 60 milioni di euro. Ora è quasi normale, i giocatori difensivi vengono acquistati anche per 80 milioni di euro. Ma so o piuttosto credo che qualcuno sicuramente mi supererà presto“.

Perché?

Perché vogliamo che i giovani calciatori crescano e avanzino anche in Slovacchia“.

Non sarebbe meglio per te che il tuo cartellino aumenti?

L’ho detto perché era troppo bello per gli altri. Ma ovviamente per me andrà bene se il mio cartellino aumenta e sarò un giocatore così apprezzato. Ma devo dimostrarlo sul campo e crescere ancora  perché ho solo ventiquattro anni. In tal caso, il mio prezzo continuerà a salire“.

Come hai reagito dopo il sorteggio del gruppo della Champions League?

Personalmente sono stato felice, perché giochiamo a calcio principalmente per giocare contro i migliori. Sia Dortmund che Barcellona sono stati all’avanguardia per anni con grandi prestazioni. Non vedevo l’ora di giocare partite con loro e non vedo l’ora nonostante quest’anno non è andata bene quando abbiamo pareggiato contro lo Slavia e poi perso a Barcellona”.

Non sarebbe più facile giocare in un gruppo con rivali più facili e meno famosi per andare avanti in Champions League?

Forse sarebbe più facile, ma anche le squadre come Zenit, Shakhtar Donetsk o Slavia Praga hanno una certa qualità e gli slavi ce lo hanno mostrato a settembre. Tuttavia vuoi giocare negli stadi più grandi e contro i migliori e più famosi rivali come Barcellona e Dortmund“.

Sei felice che lo Slavia Praga sia la quarta?

Ammetto che vedere Slavia nello stesso gruppo mi ha reso felice. Il passato non può essere trascurato, quindi per il bene della famiglia, sono stato contento che la Champions League mi avrebbe portato a giocare così vicino a casa“.

Nella prima partita hai scoperto che cosa?

Che lo Slavia può giocare a calcio e ha giocato una partita davvero fantastica qui a Milano. No, da parte nostra non li abbiamo sottovalutati, ci siamo preparati come per qualsiasi altro rivale della Serie A“.

Confessa, ti hanno sorpreso?

Devo ammettere che gli slavi ci hanno colto un po’ di sorpresa. Soprattutto per quanto correvano. Ho anche visto in parte la loro partita con il Dortmund o il Barcellona e hanno giocato di nuovo molto bene. Ma a volte è così nel calcio. Abbiamo fallito contro lo Slavia e non voglio in alcun modo sottovalutare la loro prestazione. È particolarmente difficile giocare contro una squadra che corre, attacca ed è instancabile. Questo è il potere dello Slavia. Da quello che ho sentito e letto, tutti sono rimasti sorpresi dal modo in cui lo Slavia è riuscita a pressare il Barcellona“.

Le altre due del girone?

In termini di tenuta e di lavoro con la palla, il Barcellona è tra le migliori al mondo se non la migliore. Il Dortmund ha un’alta qualità, ma non mantiene la palla a quel livello come il Barça. Ma ancora una volta è forte in altre cose, come la velocità degli attaccanti“.

Chi consideri un avversario più difficile nel gruppo? Dortmund o Barcellona?

Il Barcellona. Non avevo mai giocato contro il Borussia prima, quindi mi chiedevo cosa avrebbe fatto e come sarebbero state le partite“.

Entrambe le squadre, Barcellona e Dortmund, hanno alcuni dei più grandi stadi in Europa, anche questo ha un ruolo?

Sicuramente. Mi piace quando gli stadi sono pieni, i fan esultano, urlano quando c’è un’atmosfera turbolenta. Non è falso che i fan siano il dodicesimo giocatore in campo. E quello che ho sentito è particolarmente vero a Dortmund, perché la loro parete gialla, la tribuna alta, è famosa. Ogni club vorrebbe tali fan e atmosfera“.

Se dovessi dire come finirà la classifica del tuo gruppo F alla fine?

So che sarà difficile, ma credo che passeremo il girone. E se dovessi dire la classifica, dico primo il Barcellona, ​​noi secondi, terzo il Dortmund e la quarta lo Slavia”.

Quindi speri di combattere contro il Dortmund per il secondo posto, piuttosto che combattere contro lo Slavia per la terza posizione e l’opportunità di giocare l’Europa League?

Credo ancora che lotteremo per superare il girone in Champions League. Questo è ciò che tutti noi desideriamo nello spogliatoio, questo è il nostro obiettivo“.

(hattrick.cz)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy