È tornato il derby di Milano. Il Milan aspetta Ibra. L’Inter prova il sorpasso con Lukaku

Non succedeva dal ’92-’93 che i due club si ritrovassero ai primi posti della classifica dopo 12 gare giocate

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Lo scontro al vertice è di nuovo il derby di Milano. E l’ultima stagione nella quale i due club milanesi erano primi in classifica di questi tempi e dopo 12 gare giocate era nel 1992. La Gazzetta dello Sport parla proprio della stracittadina sul giornale di oggi.

Getty Images

A proposito dei rossoneri sottolinea come, in sette gare senza di lui, si stia sentendo la mancanza di Ibrahimovic. Ma la squadra di Pioli sta tenendo botta: la media è di due gol a partita. Media tenuta per 14 gare consecutive ed è record in Serie A. Reti segnate da 11 giocatori diversi e nelle 4 gare senza Ibra sono stati anche i difensori a segnare e spesso da dentro l’area.

Getty Images

L’Inter è una “macchina da gol”, la definisce la rosea. 30 gol segnati finora, 3 in più dei rossoneri primi in classifica. Con Lukaku che si è portato a dieci reti come Ronaldo e Ibra. E al momento il belga è l’arma principale dei nerazzurri che ora devono trovare altre soluzioni: Hakimi per esempio ha segnato tre reti, stesso numero di D’Ambrosio in 371 minuti giocati. L’alternativa vera a Big Rom è la sua spalla, Lautaro, che ha segnato in cinque occasioni ma ha anche sbagliato spesso davanti alla porta. Intanto Conte ha ritrovato Vidal e spera che arrivi dal cileno un contributo anche in zona gol. 

(Fonte: La Gazzetta dello Sport) 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy