E’ Bc Partners a volere l’Inter, non Suning a voler cedere: “Possibili altre offerte per Zhang”

Il fondo Bc Partners è fortemente interessato ad entrare nell’Inter, anche con una quota di maggioranza. Ma Suning vuole vendere?

di Redazione1908

Il fondo Bc Partners è fortemente interessato ad entrare nell’Inter, anche con una quota di maggioranza. Ma Suning vuole vendere? Steven Zhang ha assicurato di no, con una smentita categorica. Ma le voci si rincorrono. Quello che c’è di certo è l’interesse del fondo di private equity per il club nerazzurro.

“Il dialogo con Suning (proprietaria del 70 percento dell’Inter) e Lion Rock Capital (titolare del restante 30 percento), sarebbe in una fase ancora iniziale. Non è detto che l’affare vada in porto, e altri soggetti potrebbero presentare offerte alla famiglia Zhang e ai suoi attuali soci. Ma da parte del fondo non si esclude l’ipotesi di arrivare ad assumere il controllo del club.

E non spaventa il nuovo possibile investitore il fatto che a dicembre – come raccontato dai media cinesi – la famiglia Zhang insieme alla società Nanjing Runxian avrebbe dato in pegno alla Taobao, una controllata del gruppo Alibaba guidato da Jack Ma, il 100% di Suning Holdings Group”, assicura oggi Repubblica.

Una delle opzioni è proprio che BC possa acquisire una quota minoritaria, almeno inizialmente. Non si può infatti non tenere conto della nettissima smentita del presidente nerazzurro Steven Zhang a un’ipotesi di cessione della maggioranza.

Nel frattempo Zhang Jr cerca nuovi sponsor, oltre alla liquidità per rifinanziare i due bond da 375 milioni a scadenza nel 2022. E come succede in tutti i club d’Europa, impone ai manager nerazzurri di non spendere per l’acquisto di nuovi calciatori più di quanto si incasserà dalla cessione di quelli meno funzionali al progetto tecnico dell’allenatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy