Paganin: “Scudetto? Inter la più forte. Eriksen si è autoeliminato. Su Gomez e ramanzina di Conte…”

Le dichiarazioni dell’ex calciatore

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Antonio Paganin, ex calciatore dell’Inter, è intervenuto nel corso della trasmissione ‘Maracanà‘ su TMW Radio per parlare del successo dei nerazzurri per 6-2 sul Crotone: “Anno nuovo, Inter vecchia. Sembra tornata la squadra bella e intensa, che tutti ci aspettavamo. Fare sei gol non è mai semplice, dando prova di forza ancor di più. Poi la ramanzina di Conte a Vidal fa capire quanto ci teneva il tecnico a lui e quanto non stia rendendo. Forse dopo l’uscita di Eriksen nel mercato di gennaio si dovrà trovare quel centrocampista che può far fare il salto di qualità. Gomez? E’ un profilo differente rispetto ad Eriksen, che si è autoeliminato e non si è adattato mai al calcio di Conte. Il Papu ha un carattere differente, è abituato a giocare ad un certo livello, è entrato nell’orbita Nazionale e ci tiene a fare bene. All’Atalanta è uomo a tutto campo, all’Inter serve quella fantasia che Eriksen e Vidal non stanno dando“.

Getty Images

Sulla lotta scudetto: “Al Milan riesce tutto molto facile, ha una manovra fluida, indipendentemente dagli interpreti. Ormai ha delle certezze e non le molla. Pioli col Benevento non ha rinunciato a far male, nonostante le assenze. L’Inter è la più forte del campionato. Adesso vedremo se senza Lukaku si proseguirà con questo trend. Conte con il suo schema si appoggia molto al belga e con la sua assenza si dovrà vedere che Inter sarà. Juve fuori dalla lotta Scudetto? Non si può pensare che Ronaldo ti risolva sempre tutti i problemi. Senza il Var la Juve ieri era di nuovo sotto dopo un quarto d’ora. Le avvisaglie di problematiche serie c’erano. Ma nonostante tutto questo la Juve paga in maniera eccessiva il cambio di allenatore. Ha preso dei giovani forti come Chiesa e Kulusevski, a centrocampo soffre l’addio di Pjanic. Non vedo ancora quella squadra che ti fa capire che non ce n’è per nessuno. Con la Fiorentina sono andati sotto e non hanno recuperato, ora da più garanzie il Milan. Sembra una squadra sull’orlo di una crisi di nervi. E h odei dubbi che possa arrivare tra le prime quattro. Ci metto davanti Inter, Milan e Roma, che è più continua del Napoli“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy