Semplici: “Peccato per il primo tempo. Scudetto? Juventus ancora favorita, ma l’Inter…”

Semplici: “Peccato per il primo tempo. Scudetto? Juventus ancora favorita, ma l’Inter…”

Le parole del tecnico della Spal in conferenza stampa

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Leonardo Semplici, Spal

Il tecnico della Spal, Leonardo Semplici, ha analizzato in conferenza stampa la sconfitta per 2-1 contro l’Inter: “Nel primo tempo, oltre alla bravura dell’avversario, noi siamo stati un po’ timorosi e passivi, aspettavamo di subire il gol e di reagire e invece ne abbiamo subiti due. Dispiace che gli stessi 11 abbiano fatto un tempo in una maniera e un altro in un’altra ancora. Abbiamo dimostrato di avere qualità, dispiace perchè abbiamo giocato un bel secondo tempo“.

Cosa è successo a fine partita?
Ho fatto una corsa per scaricare l’adrenalina, ho ringraziato i tifosi e basta. Nulla di particolare“.

La differenza ta primo e secondo tempo può essere dovuta da un po’ di tensione?
Già nel primo tempo avevamo fatto qualcosa di buono, ho giocatori che giocano da tempo in Serie A, sono consapevoli di quello che hanno da affrontare. L’Inter è una squadra forte, che viene da buoni risultati, nel secondo tempo c’è e stata meno tensione, abbiamo giocato più liberi. Perdere come nel primo tempo non mi sta bene, un eventuale pareggio qui sarebbe stata una cosa straordinaria. Dispiace, ma proseguiamo la nostra corsa verso l’obiettivo. Questi ragazzi, giocando come nel secondo tempo, possono togliersi soddisfazioni e centrare l’obiettivo“.

Che differenze ha visto tra Juventus e Inter?
A livello di organico la Juventus ha ancora dei vantaggi, è abituata a lottare per lo Scudetto. L’Inter ultimamente ha fatto bene, con l’arrivo di Conte si è data degli imput più alti. Al momento direi che la Juventus ha più chance di vincere, ma sarà una bella lotta fino alla fine“.

Le condizioni di Strefezza? Come valuta il cambio di Cionek?
Cionek ci ha dato più equilibrio. Gabriel (Strefeza, ndr) ha avuto una forte contusione al muscolo, agli altri le botte arrivano agli stinchi, a lui alle cosce perchè è basso… Sono contento dei ragazzi che sono entrati, abbiamo avuto anche delle occasioni importanti. Dobbiamo continuare a lavorare con grande attenzione per cercare di arrivare ai riusltati che ci aspettiamo“.

Contro l’Inter è arrivato il primo gol in trasferta: è solo un caso questa differenza di rendimento rispetto alle gare casalinghe? Pesano le assenze di Di Francesco, Fares e D’Alessandro?
Quest’anno non abbiamo avuto fortuna con gli infortuni. Di Francesco si era messo in condizione, è rientrato domenica ma ha avuto una ricaduta. Sono calciatori importanti, ma pensiamo a quelli che ci sono, cercando di fare gruppo e di alzare la qualità“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy