FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Libero – Squalifica a Ibra e Lukaku rovinerebbe il calcio. Altro che…

Getty Images

Il quotidiano spiega la situazione con l'inchiesta della Procura federale e esprime un pensiero sulla possibile squalifica

Alessandro De Felice

L'Inter si prepara alla sfida contro la Juventus nella gara d'andata delle semifinali di Coppa Italia. Un match in cui dovrà rinunciare a Romelu Lukaku, squalificato dopo l'ammonizione rimediata nello scontro con Zlatan Ibrahimovic nel derby giocato nei quarti di finale. La Procura federale ha aperto un'inchiesta sullo scontro verbale tra i due. Libero torna sulle frasi volate tra il belga e lo svedese: "«Vai a casa a fare i tuoi riti voodoo di merda», «Fotto te e tua moglie», «piccolo somaro» (o «piccola scimmia?»), «ti sparo in testa» (o «ti caco in testa»?).

Getty Images

Il quotidiano aggiunge: "L’obiettivo è naturalmente puntato su quel «somaro» o «scimmia» pronunciato da Ibra e su quel “qualcosa” da fare alla testa di Ibra promesso da Lukaku. [...] Si vuole chiarire se i due cartellini sono state inflitti dall’arbitro Valeri dopo aver sentito gli insulti o meno (quasi tutti in inglese). Per questo motivo è stato convocato proprio Valeri, che dovrà spiegare la sua versione. Saranno visionate le immagini, potrebbe arrivare il deferimento per i due calciatori. I tempi? Ignoti e non al di sopra di ogni sospetto".

Getty Images

Libero auspica una mancata squalifica di Ibrahimovic: "È qui che i perbenisti invocano la massima durezza nell’applicazione dell’articolo 28 del Codice di Giustizia Sportiva che punisce i comportamenti discriminatori riferiti a «offesa, denigrazione o insulto per motivi di razza, colore, religione, lingua, sesso, nazionalità, origine anche etnica, condizione personale o sociale». In base al suddetto articolo, le sanzioni sono molto pesanti e oltre alla squalifica per almeno 10 giornate (da scontare in Coppa Italia) prevedono anche la possibilità di una punizione «a tempo», che in quel caso coprirebbe perfino il campionato (gli inseguitori ringraziano) e, in estrema ipotesi, anche le Coppe europee. Ad oggi, nella serie A italiana non si sono mai avute squalifiche per razzismo ai giocatori, è capitato in serie D, è capitato in Premier League a Cavani per un «Gracias negrito!» di risposta a un post di un amico-tifoso: solo i parrucconi della FA lo hanno intepretato come insulto e lo hanno fermato tre giornate. Se dovessero essere inflitte ulteriori squalifiche a Ibra o Lukaku (magari in campionato) per un episodio chiaro come la luce del sole, di puro veleno da derby condito da antipatie personali, allora questo sì che rovinerebbe il calcio. Altro che le chiacchiere e i distintivi".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso