Non uno, ma due attaccanti per Conte. Dzeko il primo, poi Lukaku: e per il belga Inter già attiva

Non uno, ma due attaccanti per Conte. Dzeko il primo, poi Lukaku: e per il belga Inter già attiva

Piacciono anche Werner e Duvan Zapata all’Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Con l’uscita di Mauro Icardi in estate, l’Inter cerca rinforzi in estate. Non uno, ma due attaccanti per l’Inter della prossima stagione, è questo il progetto nerazzurro per il prossimo anno.

“La strategia è questa: un attaccante arriverà a prescindere dai discorsi in uscita relativi a Icardi. E sarà con tutta probabilità Edin Dzeko: Roma e Inter affronteranno il discorso a campionato terminato e dunque a obiettivi definiti. Ma le strade portano dritte a una conclusione positiva dell’affare, perché l’Inter ha già in tasca il gradimento del bosniaco, che considera chiusa la sua storia con la Roma anche in virtù di un contratto in scadenza nel 2020 e mai vicino al rinnovo. Ma non sarà Dzeko l’eventuale sostituto di Icardi. Se l’argentino dovesse partire, ad Appiano arriverebbe un altro attaccante, in un reparto offensivo che conta pure su Lautaro. Molto dipenderà dai ragionamenti dell’allenatore della prossima stagione. Se come tutto porta a credere sarà Conte a sedersi in panchina, sarà interessante capire se l’ex tecnico del Chelsea vorrà continuare sull’idea del 3-5-2″, si legge su La Gazzetta dello Sport.

dzeko

L’altro attaccante potrebbe essere Lukaku dello United, pallino di Conte che ha inseguito a lungo anche in passato. “Per una cifra tra i 50 e i 60 milioni il belga potrebbe lasciare la Premier. Di più: attraverso Pastorello l’Inter si è già attivata, una volta a conoscenza della voglia del belga di provare un’esperienza nel campionato italiano. Detto che l’Inter ha già in rosa un elemento come Politano (come immaginarlo in un 3-5-2, se non nei due d’attacco?), occhio sempre a Manchester: Alexis Sanchez è in offerta, il suo agente Felicevich ha già parlato con Ausilio, lo United è disposto a partecipare al pagamento dell’ingaggio. Ma la pista non scalda più di tanto, al momento. Come pure quella che porta a Duvan Zapata: l’Atalanta chiede non meno di 40 milioni. Ci sarebbe anche un altro nome sul taccuino, Timo Werner del Lipsia, però già nel mirino del Bayern. Dura entrare in concorrenza, anche perché l’Inter vuole tenersi parte del budget per un altro tipo di calciatore: guai a cancellare Federico Chiesa”, spiega La Gazzetta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy