ESCLUSIVA Orsi: “Inter esperta? Conte deve vincere subito. Ecco la difesa anti-Lazio”

Le parole del doppio ex in vista di Lazio-Inter in programma questo pomeriggio all’Olimpico

di Daniele Vitiello, @DanViti

Altro impegno di campionato per l’Inter di Antonio Conte. I nerazzurri saranno impegnati oggi pomeriggio all’Olimpico contro la Lazio di Simone Inzaghi, una delle poche trasferte indigeste della scorsa stagione. Per parlare della gara abbiamo intervistato per Fcinter1908.it Nando Orsi, ex portiere biancoceleste e collaboratore di Roberto Mancini in nerazzurro.

Inter reduce da due vittorie convincenti, mentre la Lazio si lecca le ferite dopo il poker subito dall’Atalanta. Che partita ti aspetti?
“Ho commentato Benevento-Inter e ho visto una squadra tosta e coesa. L’Inter è piena di talenti e di forza fisica, ha tante soluzione in avanti. Ha preso qualche gol di troppo, ma oggi credo giocherà con Skriniar, De Vrij e Bastoni, quindi con tre difensori puri e sarà più solida. La Lazio col Cagliari mi era piaciuta, mentre contro l’Atalanta ha dimostrato di essere in ritardo. Il 4-1 forse è un po’ bugiardo, ma l’Atalanta è stata più brava. Se l’Inter vuole lasciare un segno in questo campionato, domani deve vincere a tutti i costi”.

Questo nuovo clima in casa nerazzurra tra Antonio Conte e i piani alti è destinato a durare fino al termine della stagione?
“I risultati mettono d’accordo tutti, anche i peggiori nemici. E non è ovviamente questo il caso. Io penso che Marotta sapesse bene che tipo di allenatore e persona è Antonio Conte. Quando perde cerca di distogliere lo sguardo dalla squadra e portarlo su certe sue esternazioni, alcune volte giuste ed altre sbagliate. Questo è un anno molto importante per i nerazzurri, l’allenatore lo sa bene, non devono esserci malumori”.

L’Inter può essere contenta del mercato condotto?
In generale un mercato di ultratrentenni non è che mi faccia impazzire, ma Conte deve vincere adesso. Non è stato preso per far crescere i giovani del vivaio, per cui è giusto che l’Inter abbia inserito in rosa un importante tasso di esperienza. Sono arrivati giocatori che già voleva. Forse avrei sistemato meglio la difesa. Nainggolan? Per me sarebbe titolare in tutte le altre squadre italiane e in molte europee. All’Inter troverebbe poco spazio, quindi meglio tornare a Cagliari dove l’anno scorso si è espresso bene”.

Quante squadre inserisci nella lotta scudetto? Chi è la favorita?
“Quando hai in campo Cristiano Ronaldo e Dybala devi essere per forza favorita per lo scudetto. La Juve è davanti, ma l’Inter ha un organico più completo. I nerazzurri devono approfittare del cambio in panchina dei bianconeri. Terrei d’occhio il Napoli, perché gioca bene a calcio e lo ha già dimostrato. L’Atalanta è un osso in gola per tutti, mentre la Lazio attende di capire come si inseriranno i nuovi. Milan e Roma sono incognite che toglieranno punti a chi vuole vincere lo scudetto. Ci divertiremo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy