Inter, scatto decisivo: ecco Sanchez. Il cileno si riduce lo stipendio per vestire nerazzurro

Inter, scatto decisivo: ecco Sanchez. Il cileno si riduce lo stipendio per vestire nerazzurro

Oggi l’attaccante sarà a Milano per iniziare la nuova stagione con l’Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Inter sempre al lavoro per Alexis Sanchez

Dopo Lukaku, Conte avrà un altro attaccante di livello: Alexis Sanchez. La trattativa tra Inter e Manchester United ha portato alla fumata bianca e oggi il cileno sarà già in Italia per iniziare la sua nuova avventura in nerazzurro.

“Dopo quasi due settimane di lavoro a limare i dettagli dell’affare, Inter e Manchester United ieri sera hanno trovato la quadratura del cerchio con una formula mai presa fin qui in considerazione: Sanchez arriverà in prestito secco e il prossimo anno i due club si siederanno di nuovo intorno a un tavolo per discutere di un eventuale riscatto. Intanto però Conte avrà finalmente un attacco completo come richiesto a gran voce durante tutta l’estate: voleva due giocatori di primissima fascia da aggiungere a Lautaro e Politano e dietro cui far crescere senza pressione il talento di Sebastiano Esposito. Ed è stato accontentato. Con Lukaku e Sanchez il gap con Juventus e Napoli si è indubbiamente ridotto e il popolo nerazzurro può ritornare a sognare in grande”, rivela La Gazzetta dello Sport.

“Il traguardo finalmente è stato raggiunto, e gran parte del merito di questa operazione va dato a Fernando Felicevich. L’agente di Sanchez è il grande regista del trasferimento, grazie alla sua doppia veste di procuratore e intermediario dell’affare. Tutto s’è sbloccato nella serata di ieri: Sanchez ha fatto un passo avanti importante verso l’Inter, decidendo di ridursi ulteriormente l’ingaggio di altri 500 mila euro pur di accelerare la chiusura della trattativa. E l’Inter ha fatto un passo deciso verso lo United, alzando il contributo sul pagamento dell’ingaggio al giocatore a 5 milioni e quindi avvicinandosi tantissimo a quel 50 per cento che voleva il club inglese. Di più: l’Inter ha di fatto rinunciato ad avere un diritto di riscatto fissato tra un anno, elemento decisivo per sbloccare l’affare, inizialmente impostato proprio intorno all’ipotesi di una cessione definitiva”, spiega il quotidiano.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy