La Stampa – Inter insiste su Griezmann, vuole l’affare Eto’o 10 anni dopo: Marotta ci prova così

La Stampa – Inter insiste su Griezmann, vuole l’affare Eto’o 10 anni dopo: Marotta ci prova così

L’Inter, nell’affare Lautaro Martinez, spinge per inserire il campione francese, che non si è mai ambientato al Barcellona

di Redazione1908

Strappare Antoine Griezmann all’interno dell’affare Lautaro Martinez. E’ questo, secondo La Stampa, il sogno di mercato dell’Inter per la prossima stagione. Il Barcellona non potrà mai arrivare ai 111 milioni cash richiesti dall’Inter, che ha rifiutato sia Semedo sia Firpo come contropartite.

E allora ecco il sogno Griezmann, per una riedizione dello scambio Ibra-Eto’o di oltre 10 anni fa.

“C’è un ostacolo non da poco sulla strada dei desideri interisti: l’ingaggio del francese, pari a 17 milioni di euro netti. Tantissimo per una squadra come l’Inter che al momento ha un massimo salariale fissato ai 7,5 milioni di Lukaku ed Eriksen. Ma su questa base di partenza si può lavorare. Ad esempio, è possibile notare che, applicando le agevolazioni fiscali del decreto crescita anche al contratto di Griezmann, l’ingaggio dell’ex Atletico Madrid si attesterebbe intorno a quota 21 milioni lordi, più o meno pari a quello di Antonio Conte”, sottolinea La Stampa.

Ingaggio alto. Altissimo. Ma non proprio inarrivabile, se è vero che già Conte ha toccato quella soglia.

“Marotta in queste situazioni dà il meglio di sé, con la capacità di inventare soluzioni finanziarie che spesso alla fine rendono possibili i trasferimenti calcistici. A Barcellona devono avere iniziato a subodorare qualcosa, se è vero che, al termine della partita col Villarreal, è andato in scena un incontro tra la dirigenza blaugrana, il tecnico Quique Setien e l’entourage di Griezmann per ribadire la fiducia del club nei confronti della punta. Ma là davanti fra gli attaccanti lungo le Ramblas decide soprattutto Messi. E Leo vuole Lautaro Martinez”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy