FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

L’Inter risponde a Milan e Juventus e “scopre” Eriksen. Attacco e difesa, due belle notizie

Getty Images

Nessun problema per i nerazzurri, che si sbarazzano del Benevento con un 4-0 che non ammette repliche

Fabio Alampi

Nessun problema per l'Inter, che batte 4-0 il Benevento e mantiene invariate le distanze dal Milan capolista. Per il Corriere dello Sportsono diversi gli spunti positivi per Antonio Conte: "L'Inter risponde a Milan e Juventus, lasciando invariate le distanze in vetta, e regola senza quasi sudare la pratica Benevento. Anzi, agli uomini di Stellini (Conte era squalificato) è stato sufficiente sfruttare i "gentili" regali degli ospiti per incassare i 3 punti. Insomma, il modo migliore per prepararsi all'andata delle semifinali di Coppa Italia con la Juventus".

Getty Images

ATTACCO E DIFESA - "Sono stati soprattutto i difensori a trascorrere una giornata di tutto riposo, visto che i campani sono riusciti nell'impresa di non tentare nemmeno un tiro: prima volta nella loro storia. In attacco, invece, la bella notizia è stato il ritorno al gol sia di Lautaro sia di Lukaku, entrambi a secco da 4 giornate in campionato. Peraltro, seppur con qualche errore di troppo, prima di sbloccarsi, il "Toro" è sempre stato dentro partita. Big Rom, invece, nonostante la doppietta, è apparso con le pile scariche, forse ancora appesantito dalle scorie dello scontro con Ibrahimovic e dal conseguente baillame mediatico".

FARO DANESE - "Un focus a parte, invece, merita Eriksen, rimasto in campo per 90' a gestire le operazioni in mezzo al campo, da play puro. Anche se, nella realtà, la gara è durata soltanto un tempo. Ma è stata anche la frazione in cui il danese si è mosso meglio, illuminando il gioco con sicurezza e, soprattutto, quasi sempre di prima: un passo avanti, insomma, rispetto a Firenze. E' vero che ha beneficiato della mancanza di pressione degli ospiti. E che qualche sbavatura c'è scappata. Tuttavia, i dividendi sono stati tutti dalla sua parte, visto che proprio da una sua punizione è nato il vantaggio – vedi il vantaggio di avere uno specialista… - nella ripresa, invece, un suo tiro, seppur deviato, è andato a sbattere sulla traversa. I suoi lampi più illuminanti, peraltro, sono state due verticalizzazioni alla Pirlo con cui ha lanciato Gagliardini e Hakimi".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso