Sanchez: “Inter, ecco perché ho detto sì. La Champions? Gioco per vincerla. Qui…”

Sanchez: “Inter, ecco perché ho detto sì. La Champions? Gioco per vincerla. Qui…”

Le parole del centravanti cileno

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di Uefa.com, Alexis Sanchez, ex della sfida contro il Barcellona per l’Inter di mercoledì, ha parlato così del suo inizio in nerazzurro.

Il suo ritorno nel calcio italiano.
“Volevo tornare a giocare a calcio, con un allenatore che già conoscevo e con giocatori che già conoscevo. Penso che stia mettendo insieme qualcosa di buono per il futuro, l’Inter non ha vinto per sette e otto anni. L’Inter non vince niente da sette-otto anni e questo è stato alla base della mia scelta di tornare in Italia per cercare di vincere qualcosa con questo club”.

Quali sono gli obiettivi e le ambizioni in UCL?
“Ogni giocatore vorrebbe vincere una Champions League. La giochi per vincerla, non solo per competere. Io la gioco per vincere. È una cosa bella per ogni giocatore e l’Inter deve essere entusiasta per giocare di nuovo la Champions League”.

Il Barcellona.
“Quando sono arrivato a Barcellona si diceva che era il miglior Barcellona della storia in quel momento. C’erano Guardiola, Messi, Xavi, Iniesta… Che non ci sono adesso. C’era Puyol, che per me è un capitano incredibile, il migliore che abbia mai avuto nella mia carriera finora. È stata bello, impari a giocare a calcio in modo diverso, con il possesso della palla”.

Cosa hai imparato a Barcellona?
“A Barcellona ho imparato molto a migliorare me stesso. Avevo accanto a giocatori di qualità, che avevano vinto una Coppa del Mondo, che ogni giorno miglioravano il loro fisico, nella loro comunicazione sul campo. Oltre a tutto ciò, anche nel cibo, nel prendersi cura di se stessi. Al giorno d’oggi i giocatori devono avere questa testa”.

Come si batte Barcellona al Camp Nou?
“In casa sono molto forti, hanno la sicurezza di giocare lì. Se abbiamo un’occasione o due occasioni, non possiamo sprecarle. Ho giocato con lo United lì e abbiamo sprecato tre o quattro occasioni chiare. Se vuoi battere il Barcellona non puoi buttare nessuna chiara possibilità”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy