Sensi davanti alla difesa, una conferma per Conte. E ora l’Inter può sacrificare Brozovic

Il centrocampista nerazzurro ha disputato un’ottima prova da play con la Nazionale

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Stefano Sensi, Italia

Gli impegni delle Nazionali hanno fornito una nuova conferma ad Antonio Conte: Stefano Sensi è tornato e, soprattutto, può interpretare ad alti livelli il ruolo di regista davanti alla difesa. Una prova decisamente convincente, al punto che, secondo il Corriere dello Sport, potrebbe dare il via a novità sia tattiche che di mercato per i nerazzurri: “L’idea non gliel’ha data Mancini perché Antonio Conte pensa a Stefano Sensi come regista basso davanti alla difesa (nel 3-5-2) o come mediano (nel 3-4-1-2) da un po’ di tempo. Vedere la bella prestazione, condita da un gol, dell’ex Sassuolo al Franchi ha però ulteriormente confortato il tecnico nerazzurro sulla bontà della sua scelta“.

BROZOVIC SUL MERCATO – “L’orientamento del club e dell’ex tecnico del Chelsea è quello di cedere Brozovic se per il croato assai irrequieto nel post lockdown arriveranno offerte ritenute soddisfacenti. Si tratta di un sacrificio di non poco conto a livello tecnico perché far partire un vice campione del mondo non è mai una scelta facile, ma sarà presa un po’ più a cuor leggero se arriverà un altro elemento da piazzare davanti alla difesa (il sogno Kanté resiste) e se Sensi tornerà a essere… Sensi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy