Hakimi, potenzialità infinite: ora Inter-Milan. “E Conte non aspettava altro che poter….”

L’esterno marocchino è l’arma in più dei nerazzurri

di Marco Astori, @MarcoAstori_

E’ Achraf Hakimi l’arma in più di grande livello a disposizione dell’Inter. Sulla destra l’investimento nerazzurro sta fruttando e regalerà tantissime soddisfazioni ad Antonio Conte e ai tifosi. Scrive a proposito Il Giorno: “Non c’è voluto molto tempo, ad Achraf Hakimi, per prendere le misure con il campionato italiano. Meno di mezza gara contro la Fiorentina è stata sufficiente per siglare un assist determinante e mettere a ferro e fuoco il lato sinistro della difesa viola, sconquassi replicati pochi giorni dopo a Benevento (un gol e un passaggio vincente) e con meno furore domenica scorsa a Roma contro la Lazio.

Il ragazzo va per i 22, non è il calciatore nel pieno della maturità calcistica che arriva in Italia con un bagaglio d’esperienza tale da non potergli pronosticare tensioni da smaltire ma viene da un mondo in cui la parola «vincere» la sente da quando era un promettente bimbo della scuola calcio. La maglia del Real Madrid l’ha indossata la prima volta a 8 anni. La prossima fermata sarà il derby. Un’esperienza nuova per Hakimi ad alti livelli, perché la stracittadina di Madrid non l’ha mai giocata. Fatto le valigie da un ambiente in cui è nato e cresciuto (Madrid) per accasarsi a titolo definitivo all’Inter, dove Conte non aspettava altro che poter applicare il suo metodo a un giocatore dalle potenzialità offensive infinite“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy